CASA PAGANESE | LE ULTIME

PAGANESE BELLA E ANCHE SPRECONA, RIMPIANTI PER IL PARI NEL DERBY

La squadra azzurrostellata gioca una gran partita a Castellammare, ma finisce solo 1-1

Redazione
29.11.2020 19:47

Termina in pareggio il derby tra Juve Stabia e Paganese con gli azzurrostellati che hanno parecchio da recriminare per le tre occasioni nitide sciupate nel primo tempo e per la dubbia espulsione di Gaeta ma che rischiano addirittura di perderla nei secondi finali con Codromaz che colpisce il palo su calcio d’angolo e con il pallone che termina tra le braccia di Campani.
Erra si affida a capitan Scarpa per rilevare lo squalificato Bonavolontà schierandolo alle spalle di Diop e Mendicino che vince il ballotaggio con Guadagni. Pronti, via e Diop addomestica un pallone sul lato destro del campo, cross basso per l’accorrente Scarpa che da terra in scivolata non riesce ad imprimere la giusta forza e Tomei si rifugia in angolo. Gli azzurrostellati assediano la metà campo dei padroni di casa e guadagnano subito tre calci d’angolo in serie, sull’ultimo dei quali Sirignano tenta la conclusione da grandissima distanza, sfera che si perde alta sopra la traversa. All’improvviso Berardocco è geniale nel trovare in verticale Orlando che però non elude la trappola del fuorigioco e batte Campani a gioco già fermo. La Juve Stabia si riorganizza e tenta il lungo fraseggio, molto attivo Orlando, ma fatica a trovare spazi. Le vespe passano in vantaggio al 12’ con Romero che si avventa sulla respinta corta di Campani su una botta dal limite di Orlando. Gli uomini di Padalino sono padroni del campo ed è ancora Berardocco a trovare libero Romero che colpisce un clamoroso palo alla sinistra di Campani. La Paganese si riassesta e trova il gol del pari al 37’; Squillace crossa rasoterra per Diop che aggancia ma sul pallone si avventa Mendicino che si gira e batte Tomei centralmente con un gol da rapace d’area. Primo gol per l’attaccante laziale. Gli uomini di Erra spingono sull’acceleratore e Diop approfitta di un’indecisione di Codromaz colpendo d’esterno a due passi dalla porta ma non trova incredibilmente lo specchio di porta. Allo scadere del primo tempo Scarpa ruba palla a Garattoni e si invola a sinistra servendo Squillace che crossa sul secondo palo ma Carotenuto è troppo timoroso e colpisce male di testa sprecando una ghiotta occasione di portare in vantaggio i suoi. Azzurrostellati che hanno sprecato troppo in questo primo tempo.
Nella ripresa i padroni di casa sono più propositivi e ci provano con la punizione di Berardocco deviata in corner da Campani. Quest’ultimo rischia in uscita tre minuti dopo quando tocca involontariamente il pallone con le mani fuori dall’area di rigore e viene ammonito. Squadre che si annullano a vicenda con la girandola dei cambi a farla da padrone. A dieci minuti dalla fine il signor Longo espelle Gaeta, per doppia ammonizione, verosimilmente per aver allontanato il pallone dopo un fallo da egli fischiato. Veementi le proteste degli azzurrostellati che lamentano uno scambio di persona nell’ammonizione (il fallo l'aveva commesso Cigagna), espulso anche il direttore Raiola per proteste. Partita che si accende nel finale con Guadagni che va via in contropiede e allarga per Diop che però spreca con una conclusione da dimenticare. Juve Stabia che si riversa nell’area di rigore della Paganese con Codromaz che sugli sviluppi dell’ultimo corner della partita colpisce il palo e pallone che Campani si ritrova tra le braccia. 

IL TABELLINO

MARCATORI: pt 12' Romero, 38' Mendicino
JUVE STABIA (4-3-3): Tomei; Garattoni, Codromaz, Allievi, Rizzo (36’st Mulè); Mastalli (36’st Ripa), Berardocco, Scaccabarozzi (25’st Vallocchia); Orlando (25’st Bubas), Romero, Bentivegna (1’st Golfo). A disp: Lazzari, Russo, Lia, Bovo, Guarracino, Volpicelli, Oliva. All.: Padalino.
PAGANESE (3-4-1-2): Campani; Cigagna, Schiavino, Sirignano (48’st Perazzolo); Carotenuto (25’st Mattia), Onescu, Gaeta, Squillace; Scarpa; Diop, Mendicino (31’st Guadagni). A disp: Bovenzi, Fasan, Esposito, Mattia, Bramati, Di Palma, Costagliola, Criscuolo, Cesaretti, Curci. All.: Erra
ARBITRO: Longo di Paola (Matera/Cleopazzo IV Angelucci)
NOTE: gara che si disputa a porte chiuse. Espulsi: Gaeta, Raiola (dalla panchina) Ammoniti: Garattoni, Berardocco, Scaccabarozzi, Campani, Diop, Gaeta, Carotenuto, Guadagni. Angoli: 5-4. Recupero: 0‘pt, 5’st.

Alfonso Esposito
© Paganesemania - Riproduzione riservata

Commenti

MENDICINO SCALPITA PER UN POSTO DA TITOLARE, OUT SBAMPATO
ERRA CONTENTO A META': "PROVA DI PERSONALITA', PECCATO PER LE CHANCE SPRECATE"