CASA PAGANESE | LE ULTIME

PARI E RIMPIANTI CONTRO LA CASERTANA. BUON ESORDIO PER ERRA, MA E' SOLO 2-2

24.03.2019 20:03

La reazione c'è stata e non è solo quella tipica da cambio di allenatore. La prestazione offerta dalla Paganese nell'ultimo derby campano della stagione contro la Casertana non è stata solo motivazionale, empatica. Ma sa anche di tecnico, di idee che si vedono in campo e che hanno portato gli azzurrostellati quasi a vincere. A conti fatti, il successo sarebbe stato meritato, perchè nel secondo tempo Cesaretti ha colpito un palo e sono state sciupate almeno due ripartenze in superiorità numerica. L'esordio di Erra è positivo, lo zampino del tecnico salernitano si è intravisto ma è chiaro che per il miracolo serve qualcosa in più: servono i punti. Si deve ripartire dalla doppia reazione dopo le reti della Casertana, dall'intraprendenza di Cesaretti (uomo in più, che è mancato troppo a De Sanzo e alla Paganese) e da un secondo tempo che avrebbe potuto portare a qualcosa di diverso. La trasferta di Vibo rischia di essere già determinante. 

Erra schiera i suoi secondo il 3-4-1-2, la Casertana risponde col 4-3-3 e ad inizio gara spaventa per due volte Galli con il mancino di Zito. Poi ci pensa il destro di Romano dal limite, su punizione, a portare in vantaggio i falchetti e far riaffiorare i soliti fantasmi. La Paganese stavolta reagisce trovando il pari rocambolesco al 26' sugli sviluppi di un calcio piazzato: destro di Cesaretti, deviazione decisiva di Dellafiore che sorprende Adamonis. Il difensore italo-argentino, suo malgrado, è protagonista anche nell'occasione del nuovo vantaggio casertano, deviando il pallone col braccio sul tiro di Vacca: dal dischetto Castaldo spiazza Galli. All'ultimo istante della prima frazione, gli azzurrostellati rimettono ancora in sesto la gara: assolo di Perri sulla sinistra, cross per Cesaretti che fa la sponda sul secondo palo, Parigi ci arriva in tuffo e fa 2-2 a un soffio dall'intervallo. 

Ripresa più soporifera, con meno occasioni e ritmi non elevatissimi. La Casertana è in debito d'ossigeno e si affida a Padovan nel tridente pesante; Scarpa alza bandiera bianca dopo un'ora, al suo posto Della Morte. Ma sono sempre Parigi e Cesaretti a combinare, con il tiro a giro di quest'ultimo che si stampa all'incrocio dei pali (19'). Dall'altra parte Romano per poco non fa 3-2, prima del finale acceso dal rosso a Zito per un calcione rifilato a Navas. In inferiorità numerica i falchetti si chiudono per paura di perderla, la Paganese in ripartenza fallisce un paio di potenziali occasioni che potevano permettere di far iniziare col botto l'avventura di Erra

VOTA IL MIGLIORE IN CAMPO

PAGANESE (3-4-1-2): Galli; Piana, Stendardo, Dellafiore; Tazza (26' st Carotenuto), Capece, Nacci (26' st Navas), Perri (38' st Di Renzo); Scarpa (11' st Della Morte); Parigi, Cesaretti. A disp.: Santopadre, Della Corte, Sapone, Diop, Gori, Alberti, Acampora, Gifford. All.: Erra
CASERTANA (4-3-3): Adamonis; Meola, Pascali, Blondett, Gonzalez; Romano (45' st Floro Flores), Vacca, De Marco; Cigliano (11' st Padovan), Castaldo, Zito. A disp.: Zivkovic, Ciriello, Matese, Genovese, Moccia, Zaccaro. All.: Esposito
ARBITRO: Arace di Lugo di Romagna
RETI: pt 13' Romano, 26' Dellafiore, 41' rig. Castaldo, 46' Parigi
NOTE: spettatori 400 circa. Espulso al 32' st Zito per condotta violenta. Ammoniti: Dellafiore, De Marco, Stendardo, Navas. Angoli 3-3. Recupero pt 1', st 3'

Danilo Sorrentino
© Paganesemania - Riproduzione riservata

foto: PaganeseCalcio


 

Commenti

LA PAGANESE RITROVA SCARPA E CESARETTI, CURIOSITA' PER LE SCELTE DI ERRA
VIDEO | AMARO ERRA: "MERITAVAMO NOI, DUE GOL SENZA SUBIRE TIRI IN PORTA"