PAGANESEVIRUS...STORIE EPIDEMICHE

PAGANESEVIRUS...STORIE EPIDEMICHE: FALANGA E ALBERTI, UNICHE GIOIE DEL SABATO SANTO IN 30 ANNI

Sabato pre-pasquale abbastanza indigesto per la Paganese, che l'anno scorso spezzò un tabù lungo 25 anni

Redazione
11.04.2020 18:04

Oggi è Sabato Santo e al Marcello Torre, da calendario originario, sarebbe dovuto andare in scena il derby Paganese-Casertana, per il terzultimo turno del campionato di Serie C. Invece l'emergenza sanitaria ha stoppato tutto, compreso - giustamente - il calcio che chissà se e quando ripartirà. Paganese-Casertana sarebbe stata anche la rivincita di un altro derby pre-pasquale di soli due anni fa: una beffa clamorosa per gli azzurrostellati che subirono il gol del pareggio al 95', per mano di una pregevole punizione di Pinna. Lo scorso anno, invece, nel Sabato prima di Pasqua, la Paganese vinse al fotofinish contro la Virtus Francavilla, ottenendo - alla terzultima giornata - il primo successo casalingo in stagione grazie all'inzuccata di Alberti al 93'. Una vittoria che spezzò il tabù Marcello Torre, ma anche quello pre-pasquale, dato che gli azzurrostellati - nell'era Trapani - mai erano riusciti a vincere nel giorno del Sabato Santo
L'ultimo squillo, prima di quello con i pugliesi, era datato 2 aprile 1994. Era il campionato Dilettanti, l'ultimo giocato dalla Paganese che da lì a poco non si sarebbe iscritta a causa dell'addio del presidente Iacuzio. Quel giorno gli azzurrostellati sbancarono Termoli vincendo in casa dell'Interamnia con il risultato di 1-0, grazie alla rete di Michele Falanga. Non fu una stagione esaltante per la Paganese, che non iniziò benissimo con l'avvincendamento in panchina fra Serra e Schettino e i primi segnali preoccupanti lanciati dalla società. Tuttavia gli azzurrostellati chiusero con un onorevole decimo posto, un risultato positivo se si pensa che la squadra fu costretta a giocare in trasferta per tutto il campionato in seguito alla squalifica post-derby con la Nocerina in Coppa Italia.
Il lungo digiuno nel Sabato di Pasqua, quindi, partì proprio 26 anni fa. Fino al ritorno tra i professionisti non si è mai scesi in campo: la D ha sempre osservato una lunga sosta a ridosso di Pasqua. Dal 2007 al 2011 l'ha fatta da padrona il segno X: 1-1 in C2 a Rovigo, stesso risultato nel 2009 a Crotone (esattamente 11 anni fa, con gol di Zarineh) ed anche col Monza in casa l'anno successivo, prima dello 0-0 di Como nell'ultima stagione in C1. Nel 2008, prima stagione in C1, il punto più basso col rotondo 5-0 rimediato dagli azzurrostellati di Miggiano per mano del Legnano
Poi un'altra lunga pausa fino al 2017, quando la Paganese riuscì - sempre nel finale - ad evitare la sconfitta contro la Vibonese: un cucchiaio di Cicerelli dagli undici metri pareggiò la rete in avvio di Sowe. Nei due anni precedenti la Serie C era scesa in campo il Mercoledì Santo: il bilancio parla di una vittoria e una sconfitta. Nel 2015 un'autorete di Moracci regalò il derby alla Salernitana al Torre, l'anno dopo i gol di Cunzi e Palmiero permisero alla Paganese di sbancare Ischia. Anche nel 2006, nella fantastica cavalcata della Serie D, non si giocò di sabato ma di mercoledì. Con le reti di Genova e Romano gli azzurrostellati, che dieci giorni prima avevano già ottenuto la promozione, espugnarono anche Solofra per 2-1 in rimonta.

Danilo Sorrentino
© Paganesemania - Riproduzione riservata

E se anche tu hai una storia da raccontare, legata ai colori azzurrostellati, ad una partita o ad un giocatore in particolare, inviala a redazione@paganesemania.it. Una storia al giorno, toglie il virus di torno!

Commenti

#ONTHISDAY | 11 APRILE 2009: BLOCCATA LA CAPOLISTA, UN PUNTO D'ORO NEL FAR WEST DI CROTONE - VIDEO
LA PAGANESE VINCE LA SOCIAL PRO LEAGUE