LA PARTITA DEL TIFOSO

LA PARTITA DEL TIFOSO - VI CAPITA MAI DI...

Redazione
05.12.2019 18:12

Vi capita mai di entrare in un parcheggio enorme e deserto e non sapere dove parcheggiare la macchina? A me sempre!

Vi capita mai di dover fare tante di quelle cose, a lavoro e non sapere da dove iniziare? A me sempre!

Vi capita mai di trovarvi dinanzi a un sontuoso buffet, con talmente tante cose buonerrime da mangiare, e non saper decidere da dove iniziare ad abbuffarsi, fino a sentirsi male? A me sempre!

Vi capita mai di avere tantissime donne bellissime che vi corteggiano e non sapere chi scegliere? A me mai! E non nel senso che saprei chi scegliere, se mi capitasse!

Tutto questo giro di parole per dirvi che sono così numerosi gli spunti di interesse emersi dalla partita di Caserta, che io proprio non mi decidevo a scrivere questo pezzo. Soltanto la minaccia del DIRETTORE di farmi pagare la prevista penale, per ogni giorno di ritardo nella consegna dell’articolo, mi ha smosso dentro (dentro al portafogli, almeno).

Innanzitutto dedico questa vittoria a Pinna, quel disgraziato che un paio di anni fa, al novantesimo, tirando dalla curva sud, mise la palla nel sette e fece un gol che ancora oggi fatico a digerire!

Una carezza al nostro ex Team Manager. In effetti, non si è mai capito cosa sia/faccia/esisti a fare un Team Manager; intendo dire, cosa sia/faccia/esisti a fare, al di là del segnare i minuti di recupero e le sostituzioni, ovvio. E dire che io, onestamente, manco sapevo che la mia Paganese avesse avuto un Team Manager. Strano, io sono piuttosto fisionomista, tanto da poter fare un identikit di tutti i raccattapalle che si sono alternati in questi 15 anni ma il Team Manager mi è sfuggito, che volete da me?! Però c’è da capirlo: anche lui, come la Casertana e come un po’ quasi tutti in questo girone, partono dal presupposto che noi dobbiamo abbuscare sempre e che ci possono passare addosso come e quando vogliono…tanto male li abbiamo abituati negli ultimi due anni. Ecco spiegato il putiferio che si è creato, dopo lo spogliarello dell’ottimo Alberti! Eh no, quest’anno - non quanto avremmo sperato e voluto - ci sono “mazzate” (calcisticamente parlando) anche per voi, ogni tanto. A finale, sono certo che al ritorno, il nostro obliato ex TM sarà accolto e salutato con l’ovazione che merita.

Bravi ragazzi, bravi tutti! Anche se, prima del pareggio, ho pensato le cose peggiori di tutti quanti voi. Ma alla fine abbiamo vinto e vi voglio un’altra volta bene assaij.

Bravo Caccetta, partita giocata come da sue enormi potenzialità.

Bravissimo Panariello, stile Alberto Tomba (lo ha già scritto qualcuno??); però, quell’ammonizione, dopo essersi fatto sciosciare dall’avversario sgrida vendetta!

Molto bravissimo Stendardo. Ha ripreso in mano la difesa e la sta guidando con esperienza e autorevolezza. Anche se, un mezzo rigorino a domenica, proprio non ce la fa a non farlo.

Più che molto bravissimo Guadagni! Chiedo a te, illustre Peppe _________: è Guadagni il calciatore più giovane ad avere segnato con la maglia della Paganese?

A proposito di _________: scusate ma proprio non ce la faccio. L’altra volta mi sono scordato di citarli. Ma quando, qualche domenica fa, ho visto quel “1-5” in casa, mi stava venendo qualche cosa, sopra al divano. Ho cominciato con una risata isterica, durata ore! Sono cose bellissime, che aiutano a riconciliarti con l’umanità intera!

Alberto Maria Cesarano
© Paganesemania - Riproduzione riservata

Commenti

L'EXPLOIT DI GIUSEPPE GUADAGNI: IN TRE PARTITE SI E' PRESO L'ATTACCO DELLA PAGANESE
VIDEO | ERRA: "NON MI FIDO DEL CATANZARO, SERVIRA' CONTINUITA' MENTALE"