IL MOVIOLONE

IL MOVIOLONE - LA CASERTANA PERDE LA TESTA, COLLU NO. BUONA LA DIREZIONE DEL SARDO

Redazione
03.12.2019 13:12

A distanza di oltre un mese ritorna alla vittoria la Paganese e lo fa a Caserta al termine di un derby sentito, combattuto e ricco di episodi. Un rigore, due espulsioni, un'espulsione dalla panchina e tante proteste e polemiche post gara hanno fatto da contorno alla sfida del "Pinto". Sgombriamo subito il campo da dubbi: Collu, seppur con una gestione di gara rivedibile in quanto la gara è sembrata sfuggirgli di mano anche in virtù di un alto nervosismo in casa rossoblu, non sbaglia un episodio mantenendo coerenza sul piano degli interventi tecnici.

Pronti, via e con il vantaggio della Casertana all'11' pt arriva il primo episodio: nell'occasione è bravo e freddo l'AA1 Ceolin di Treviso nella valutazione di FG quando percepisce l'arrivo di Zito alle spalle di Origlia in posizione geografica di fuorigioco che, però, si disinteressa completamente. Poco prima della mezzora proprio in occasione del pari azzurrostellato su rigore arrivano le prime, seppur flebili, proteste rossoblu: Capece recupera palla a centrocampo con un intervento ruvido ma regolare e consono al metro di giudizio utilizzato fino a quel momento da Collu. L'azione prosegue fin quando su un cross dalla destra sulla sfera si avventa Perri. Appena addomesticata la palla in piena area, arriva lo scontro con Adamo che tocca si la palla ma colpisce in pieno e in ritardo il calciatore azzurrostellato sbagliando il tempo dell'intervento. Immediato il fischio di Collu che giustamente non commina alcun provvedimento al difensore rossoblu.

Sul finire della prima frazione e dal gol del vantaggio della Paganese fioccano le lamentele casertane. In occasione del vantaggio di Guadagni, i rossoblu reclamano per un fallo di Panariello in avvio di azione, non supportati però dalle immagini di ElevenSport che mostrano come il difensore azzurrostellato anticipi il diretto avversario. Ne fa le spese il tecnico Ginestra, espulso per un calcio alla panchina. Episodio che accende la gara e il nervosismo rossoblu: in appena tre minuti arriva il doppio giallo a Santoro. Il primo è per proteste, ingiustificate e plateali, dopo un fallo di Origlia (che peraltro non accenna neppure una protesta) su Caccetta; il secondo per una trattenuta ai danni di Diop su una ripartenza a centrocampo. Nell'occasione il calciatore azzurrostellato è scaltro ad interrompere la corsa ed indurre Collu al secondo giallo. Doppio giallo comunque ineccepibile. 

Nella seconda frazione di gioco e con il nervosismo ormai alto, ogni occasione offensiva è buona per trasformare un semplice valutazione in un episodio dubbio. Ne contiamo ben quattro e tutti in area Paganese. Al 16' sugli sviluppi di un calcio piazzato dalla trequarti Caccetta spinge leggermente in area Jacopo Silva, troppo poco per ottenere la massima punizione. Al 37' altro episodio: D'Angelo si incunea tra le maglie della difesa azzurrostellata prima di trovare l'opposizione di Stendardo. L'intervento in scivolata è duro, al limite e rischioso per il difensore che, però, colpisce nettamente il pallone che cambia repentinamente traiettoria come indica anche la gestualità di Collu. Qualora non avesse colpito il pallone, sarebbe stato un rigore sacrosanto.  

Tre minuti dopo giungono altre proteste alquanto infondate: su una respinta corta di pugni di Baiocco, Laaribi calcia verso la porta trovando l'opposizione di Caccetta. Non c'è nessun tocco di mano, la palla sbatte palesemente sulla faccia del centrocampista della Paganese.

Un minuto dopo ancora proteste: Longo calcia verso la porta, la difesa respinge con la palla che giunge a Capece. Col corpo a protezione della sfera Capece viene prima strattonato dallo stesso Longo per poi trattenerlo leggermente. Collu decide di non sanzionare nessuno dei due contatti lasciando correre, pienamente in linea con il suo metro di giudizio della gara. Ultimo episodio degno di nota all'overtime quando Alberti realizza il definitivo tre a uno. In occasione dell'esultanza l'attaccante azzurostellato, già ammonito, si toglie la maglia. Secondo giallo e doccia anticipata.

Daniele Ferrara
© Paganesemania - Riproduzione riservata

Commenti

NEL SEGNO DEGLI STREET URCHINS 35 ANNI DOPO: AUGURI MONELLI!
ALBERTI FERMATO PER UN TURNO, CASERTANA STANGATA. CATANZARO SENZA MAITA AL TORRE