LA PAGANESE VISTA DA... NOCERA

LA PAGANESE VISTA DA NOCERA: GRAZIE PER IL REGALO!

Peppe Nocera
01.10.2019 10:10

Tutti un po' ci speravamo e alla fine è arrivata la prima vittoria esterna della Paganese che fa seguito a quella infrasettimanale con il Rende. I ragazzi di Erra affondano i due fanalini di coda, dandogli una bella spinta in basso, e si prendono sei punti che fanno morale e soprattutto classifica. Non è mai facile vincere: la Paganese conquista la terza vittoria stagionale, la seconda consecutiva, vantando il secondo attacco del girone con 14 reti alle spalle del Catania con 15. Non si è fatto nulla, ma si è fatto il giusto e mancano all'appello almeno i due punti con la Virtus Francavilla che bruciano sempre. Prova di forza e determinazione questa volta in terra laziale anche se a due minuti dal termine sul Manlio Scopigno aleggiavano i fantasmi della zona Cesarini, questa volta però sono stati scacciati senza poter far male.

E' stata una domenica particolare per il sottoscritto che festeggiava l'anniversario di matrimonio e per questo bandito da ogni pc, tablet, televisore. Solo in contatto con l'amico Carlo Avallone, il quale mi aveva prospettato la trasferta arenatasi sul nascere. Proprio con lui, 18 anni fa, mettemmo in piedi quell'idea folle di salvare la Paganese dall'esclusione dalla serie D e ci riuscimmo, mentre qualcun'altra, mia moglie, organizzava le nozze alle quali partecipai dopo aver disertato appuntamenti, visita delle chiese, negozi di bomboniere, fotografo e tutto quello che serve per allestire un matrimonio. Il mio unico pensiero in quell'estate del 2001 era come trovare i soldi necessari per l'iscrizione al campionato 2001-2002. E per completare l'opera, una volta riuscita ad iscriverla, riuscii anche ad assistere alla partita il giorno dopo il matrimonio: giocammo in casa con la Battipagliese e perdemmo, prima di partire per il viaggio di nozze.

Follie solo per la Paganese che a distanza di 18 anni mi ha voluto omaggiare con quest'importante vittoria a Rieti, rendendo l'anniversario di matrimonio indimenticabile. Una domenica perfetta. La partita non l'ho vista, e meno male che è coincisa con una gara in trasferta, quindi non posso esprimere commenti tecnici ma non erano importanti. L'unica cosa che conta sono stati i tre punti che fanno salire la Paganese a quota 11 in piena zona play-off. Tutti ci auguriamo che possa stazionare quanto più a lungo possibile in questa zona lontana da quelle calde dei play-out. Siamo sulla strada giusta ma ora, restando ben saldi con i piedi per terra, bisogna continuare a lavorare e trovare quella continuità mentale che richiede il tecnico.

Intanto è arrivato l'ennesimo gol di un difensore, Mattia, il terzo di Diop a segno dopo la doppietta di mercoledì. Ora sotto con una cospicua settimana di lavoro, all'orizzonte c'è un avversario bello tosto che verrà a farci visita, la Reggina di mister Toscano, una delle serie candidate alla promozione in B. Nel calcio tutto può succedere, l'importante è crederci poi il rettangolo di gioco può anche far avverare i sogni. 

Peppe Nocera
© Paganesemania - Riproduzione riservata

Commenti

TRE PUNTI IMPORTANTI PER ERRA: "GARA ORDINATA, LA SOFFERENZA FINALE CI PUO' STARE"
LA PARTITA DEL TIFOSO - IL TABU' RIETI SFATATO E LA SCARAMANZIA