QUATTRO CHIACCHIERE CON...

GUADAGNI FISSA L’OBIETTIVO: ‘’VOGLIO LA DOPPIA CIFRA’’

‘’IL MIO PROCURATORE HA RICEVUTO ALCUNE RICHIESTE, MA IO RESTO CONCENTRATO SULLA PAGANESE’’

Redazione
29.09.2020 15:09

Il personaggio della settimana, in casa azzurrostellata, è Giuseppe Guadagni. In un'intervista rilasciata al quotidiano La Città in edicola stamani, l'attaccante classe 2001 ha provato a raccontare l'emozione del gol contro il Catania, il rapporto con i compagni e tante altre cose riguardanti la squadra e se stesso. Ha cominciato chiarendo se la sua nomina a rigorista sia avvenuta in campo o negli spogliatoi: "Prima del match il mister ha stilato la lista dei rigoristi e, alla luce dell’assenza di Scarpa e Diop, io ero il primo, quindi ho avuto l’opportunità di segnare quell’importante penalty per tutta la squadra. E’ stata un’emozione incredibile trovare il primo gol della stagione al Massimino contro il Catania". Si è poi soffermato ancora sulla partita con gli etnei: "Mi dispiace non aver sfruttato al meglio il cross al bacio di Squillace, sfortunatamente non l’ho presa bene e l’ho schiacciata troppo. Dispiace ancor di più perché l’occasione è arrivata due minuti prima che loro segnassero il gol del pareggio e quindi avrebbe potuto portare una vittoria prestigiosa in trasferta". Ha poi aggiunto il 26 azzurrostellato: "Fin da subito è stato un rapporto leggero con i più grandi, non del tipo ‘bastone e carota’, mi hanno accolto bene già la scorsa stagione e stanno continuando a trattarmi così ancora oggi". Infine ha concluso parlando di mercato e dei vari obiettivi: "In questa sessione estiva il mio procuratore ha ricevuto alcune chiamate da club di Serie C, ma non sono cose di cui mi occupo io e quindi sono sempre rimasto concentrato sulla Paganese. Spero di raggiungere la doppia cifra che possa contribuire al raggiungimento della salvezza quanto prima possibile".

Gerardo De Prisco
© Paganesemania - Riproduzione riservata

Commenti

IL BARI SOFFRE, MA VINCE. KO IL CATANZARO, CAPUANO GIA' AI SALUTI
LEGA PRO, L'ASSEMBLEA DEI CLUB ALLARGA LA LISTA A 24