CASA PAGANESE | LE ULTIME

PAZZA PAGANESE, E' GIOSTRA DEL GOL A FONDI. BENSAJA AL 92' REGALA UN SUCCESSO INCREDIBILE

Redazione
08.04.2018 18:04

Serviva una vittoria per alimentare le speranze salvezza diretta ed è prontamente arrivata. Ma in maniera incredibile, pazzesca, ai limiti dell'assurdo. Due volte in vantaggio nel primo tempo, la Paganese si fa rimontare; peggio fa nella ripresa quando, sul 4-2 e l'uomo in più, permette al Fondi di pareggiare. Una magia di Bensaja ha piazzato il 5-4 finale nello scontro diretto salvezza. Ora i pontini sono a -6, con gli azzurrostellati che domenica riposeranno. Il risultato è tanta roba, dopo molte sofferenze e tante beffe - ultima quella nel derby -, ma quanta fatica in una gara che doveva essere già chiusa. Le belle notizie sono i primi gol di Cernigoi, autore di una doppietta ma poi uscito per infortunio, e la doppia cifra di Cesaretti; da rivedere la difesa fin troppo ballerina sui calci piazzati e sulle palle alte.

L'avvio della Paganese non è dei migliori, ma al primo affondo riesce a passare grazie al guizzo di Cernigoi che, su cross di Ngamba, con un preciso pallonetto di testa batte Elezaj. Nonostante lo svantaggio, il Fondi non demorde e a testa bassa prova a rimettersi in partita. Subito colpisce il palo esterno Nolè (11'), poi la supremazia dei rossoblù non produce alcun pericolo fino al pareggio che matura intorno alla mezz'ora: il cross di prima intenzione di Pompei è manna dal cielo per Nolè che in spaccata anticipa i difensori azzurrostellati. L'1-1 meritato quasi accontenta il Fondi e al 41' la Paganese trova la forza per riportarsi di nuovo in avanti. Dopo una bella azione personale, Scarpa inventa un assist al bacio per Cesaretti che da posizione impossibile trafigge Elezaj con una grandissima conclusione. La gestione del vantaggio da parte della Paganese è rivedibile, tanto che all'ultima azione del primo tempo il Racing pareggia, con il colpo di testa di Nolè abile a girare in rete un preciso traversone di Corvia

L'inizio della ripresa, invece, è di marca azzurrostellata: in un quarto d'ora la Paganese sembra mettere la sfida nei binari giusti portandosi addirittura sul 4-2. Cernigoi, servito sul filo del fuorigioco da Cesaretti, supera Elezaj di giustezza (5'), mentre al 13', sull'angolo di Scarpa, è lo stesso Cesaretti che approfitta di una spizzata di Nacci per calare il poker. La partita sembra in controllo per la Paganese, una mano gliela dà anche Nolè che si fa espellere ingenuamente per proteste. Ma gli azzurrostellati confermano di non sapere gestire il risultato perchè nell'ultimo quarto d'ora, in superiorità numerica, subiscono la rimonta del Racing Fondi con Mastropietro e un'autogol di Gomis (Vastola colpisce il palo, poi la palla carambola sul portiere). Nel recupero, dopo che Ciotola manca clamorosamente il quinto gol, Bensaja pesca il jolly dalla distanza con un destro a giro nell'angolino alto che regala una vittoria preziosissima alla Paganese in chiave salvezza. 

IL TABELLINO

MARCATORI: pt 9' Cernigoi (P), 32' Nolè (F), 41' Cesaretti (P), 45' Nolè (F); st 5' Cernigoi (P), 13' Cesaretti (P), 31' Mastropietro (F), 43' aut. Gomis (F), 47' Bensaja (P)
FONDI (4-3-3): Elezaj; Galasso (42' st Ciotola), Mangraviti, Ghinassi (20' st Corticchia), Pompei; De Martino, Quaini (30' st Vasco), Vastola; Addessi, Corvia (20' st Mastropietro), Nolè. A disp.: Cojocaru, Maldini, Pezone, Ricciardi, Tommaselli, Lazzari, Stikas, Sakaj. All.: Luiso
PAGANESE (3-5-2): Gomis; Carini, Piana, Acampora; Ngamba, Tascone (40' st Bensaja), Nacci, Scarpa, Della Corte (7' st Tazza); Cernigoi (15' st Talamo), Cesaretti. A disp.: Marone, Galli, Maiorano, Bernardini, Pavan, Boggian, Grillo, Cuppone. All.: De Sanzo
ARBITRO: Prontera di Bologna (Di Giacinto - Micaroni)
NOTE: spettatori 400 circa. Espulsi: al 17' st Nolè per proteste, al 37' Lazzari (dalla panchina). Ammoniti: Corticchia, Tazza, Scarpa, Bensaja. Angoli 4-2. Recupero pt 0', st 6'

Danilo Sorrentino
© Paganesemania - Riproduzione riservata

Commenti

MERONI SALTA IL FONDI, RIENTRA CARINI IN DIFESA. ANCORA 3-5-2 PER DE SANZO
L'INCREDULITA' DI DE SANZO: "MI ASPETTAVO DI SOFFRIRE, NON COSI'. MI PRENDO SOLO I TRE PUNTI"