L'ARCHIVIO RACCONTA

LA PAGANESE AI TEMPI DELLA FONDAZIONE DEGLI STREET URCHINS: 2-12-1984. BUON COMPLEANNO!

Peppe Nocera
02.12.2018 10:12

E' sono 34 candeline ! Gli Street Urchins sono parte di me, del mio vissuto, della mia adolescenza, del Liceo Bartolomeo Mangino, della magia di quegli anni, parte di quel gruppo che avrebbe segnato la storia nel panorama ultrà cittadino. Ero entusiasta ed orgoglioso di quella nuova entità, dei Monelli dal ragazzo bendato al fianco della Paganese. Il settore  Distinti il nostro covo, quello domenicale, da dove si sospingevano gli azzurri di mister Mammi, vecchia bandiera azzurra, in quel campionato di serie C2 1984-'85 chiuso all'ottavo posto

 Anno particolare anche per me: il Primo Liceo, la prima volta allo stadio da solo, la prima volta che vedevo la neve a Pagani, arrivò nel gennaio '85, che nostalgia di quegli anni ! Ciccio De Risi e Pepp a' Panchin i miei riferimenti. L'odore acre dei fumogeni azzurri, le reti di recinzioni color celesti che puntualmente "ballavano" per indurre l'arbitro a concedere un rigore. Le trombe inconfondibili di Carmine Martiggiano che ti spingevano a salire con il cuor in gola velocemente le scale dei distinti. Li' non poteva mancare l'inimitabile sagoma di Luis Conforti, con il suo borsello, che suonava la carica. In tutto questo si stagliò in quel 2 dicembre 1984 nella sfida con il Canicatti' ,per la prima volta, lo striscione degli STREET URCHINS.

La Paganese proveniva da due pareggi esterni, Isernia e Crotone, arrivò il terzo con il Canicattì con reti di Esposito per gli ospiti e pareggio su rigore a nove dal termine di Cardamuro. I pareggi proseguirono per altre tre gare contro Ischia, Frosinone e Rende nell'ultima gara di quel 1984 il 23 dicembre.

Era la Paganese del presidentissimo VINCENZO CASCONE, che con tanti sacrifici personali che scontò anche dopo la sua uscita dalla società dopo 40 anni di contributi, ultimo dei romantici di un calcio che fu. Era la Paganese di Pagliarulo tra i pali, attuale preparatore dei portieri, coadiuvato da Della Porta e Magnani. Dei difensori, Scotti, Di Bari, Tebi e Tarallo. Del capitano Massimo Cocciari, dei centrocampisti, Schiano, Russo, Rasi ed Izzo. Dell' ala Spigariol che con il libero Ammendola e Tebi raggiunse il maggior numero di presenze in campionato : 34. Degli attaccanti, Sapio, Cardamuro, Polito e la stella nascente Franco Santaniello poi venduto all'Udinese.

Era la mia Paganese !

Ero degli STREET URCHINS !

Lo sono ancora !

BUON 34° COMPLEANNO RAGAZZO BENDATO !

 

Commenti

PAGANESEMANIA IN TV : STASERA ORE 2O.30 CH 71 TVOGGI
PARIGI SALTA LA VIBONESE, RECUPERA CESARETTI. ALTRA CHANCE DA TITOLARE PER CAPPIELLO