CASA PAGANESE | LE ULTIME

FRA CONFERME E MIGLIORAMENTI: COSI' LA PAGANESE SI PREPARA AL PRIMO DERBY STAGIONALE

13.08.2019 20:08

Nemmeno il tempo di smaltire le prime tossine della stagione, accumulate al San Nicola, che per la Paganese è già tempo di rituffarsi in un altro impegno ufficiale. A ridosso di Ferragosto, è tempo di prove di campionato e, dopo aver affrontato la favorita principale per la promozione, gli azzurrostellati saranno impegnati nel primo derby stagionale. Ritorna al Torre l'Avellino, l'ultima volta fu a gennaio del 2013, sotto una pioggia battente: finì 4-1 per la squadra di Grassadonia, in quell'annata dei rimpianti e delle altalene culminata con la promozione degli irpini in Serie B. Domani sarà tutto diverso, a partire dal clima. Non sarà campionato, non sarà una gara sentita come quella e soprattutto le due squadre sono in pieno rodaggio (ci sarà però Scarpa che all'epoca siglò una doppietta). Se la Paganese è partita in ritardo, l'Avellino sta messo ancora peggio per le note vicende societarie che ora sembrano essersi concluse per il meglio per i biancoverdi. L'allenatore Giovanni Ignoffo, ex difensore dalla lunghissima esperienza in C e alla prima panchina fra i professionisti dopo aver allenato le giovanili di Palermo e Benevento, è stato investito di tale ruolo solo due settimane fa e al momento in casa Avellino è un andirivieni di calciatori. Tuttavia, è stata allestita una discreta squadra che domani presenterà, ad esempio, Albadoro ed Alfageme in attacco oltre a Laezza, vicinissimo alla Paganese, nel trio difensivo. 

Alessandro Erra, invece, chiede conferme e si aspetta una crescita ulteriore da parte della sua formazione, che contro il Bari ha fatto una discreta figura e palesato un'organizzazione di gioco già buona. Le premesse ci sono tutte per disputare un campionato tranquillo, ma la squadra va completata, perciò il tecnico salernitano si augura che i botti di Ferragosto possano arrivare presto anche per lui. Per il momento, dovrebbe dare fiducia allo stesso undici che ha iniziato la partita coi galletti. Stendardo non sarà rischiato e andrà ancora in panchina, così come in attacco è probabile di nuovo il replay della staffetta Scarpa-Diop, accanto ad Alberti

Prima della gara la Paganese ricorderà, con un minuto di raccoglimento, l'ex attaccante Marco Fracas, scomparso la scorsa settimana a 61 anni a causa di un virus fulminante. Già a Bari gli azzurrostellati avevano indossato il lutto al braccio. 

PAGANESE (3-5-2): Campani; Sbampato, Schiavino, Mattia; Carotenuto, Caccetta, Capece, Bonavolontà, Perri; Alberti, Scarpa. A disp.: Baiocco, Scevola, Cavucci, Pelliccia, Stendardo, Bramati, Gaeta, Lidin, Dammacco, Diop, Guadagni. All.: Erra
AVELLINO (3-5-2): Tonti; Njie, Morero, Laezza; Petrucci, Rossetti, Di Paolantonio, Silvestri, Parisi; Albadoro, Alfageme. A disp.: Pizzella, Celjak, Pecorella, Saporito, Zullo, Carbonelli, Corcione, Falco, Micovschi, Palmisano, Migliaccio. All.: Ignoffo
ARBITRO: Acanfora di Castellammare di Stabia (Piedipalumbo - Nasti)

Danilo Sorrentino
© Paganesemania - Riproduzione riservata

Commenti

LA LAVAGNA TATTICA - SPUNTI POSITIVI AL DEBUTTO, MANCANO POCHI TASSELLI
UFFICIALIZZATI I POSTICIPI DEL GIRONE DI ANDATA, NESSUN MONDAY NIGHT PER LA PAGANESE