10-0: NUMERI E ANEDDOTI

10-0: NUMERI E ANEDDOTI DI PAGANESE-BENEVENTO

21.03.2016 20:03

La risposta del pubblico, Caccavallo che perde la testa della classifica cannonieri, il Benevento per il primo anno squadra tabù e Cuoghi che riparte dalla Serie B. Questo e tanto altro in 10-0. la rubrica "semiseria" di #paganesemania, che vi racconta così #PaganeseBenevento

DIECI alla capacità del signor Rossi di Rovigo, arbitro della partita di sabato, di scontentare praticamente tutti. Si lamenta il Benevento per un gol-non gol di Marotta e la mancata espulsione di Dozi, si lamenta la Paganese per qualche decisione controversa. Quello che non ha convinto, al di là degli episodi, è l'intera gestione della partita del fischietto veneto. Dispensa cartellini gialli senza motivo e solo per proteste, mai per sanzionare falli "cattivi", facendo innervosire la partita. Meraviglia che gli vengano assegnate ancora gare di formazioni di vertice, dopo Paganese-Lecce dello scorso dicembre, quando non vide - per fortuna - un netto fallo di Cunzi in occasione dell'1-0 e poi fece di tutto per aggiustare il match.

NOVE al pubblico accorso numeroso sabato allo stadio. Ancora una volta quando la Paganese chiama, la gente risponde. Era già accaduto col Catanzaro, è successo anche contro il Benevento per la Giornata Azzurra. Peccato che ogni volta la Paganese perda sempre, ma è più coincidenza che altro, anche perchè non credo alle assurdità tipo "l'occasionale porta male". Ora spetta alla società tenersi stretto questo migliaio di persone e non perderlo come accaduto dopo la sfida coi calabresi. Banco di prova sarà la gara contro il Melfi, anche se è cervellotica la scelta di giocare alle 17.30 della domenica della Madonna delle Galline. A meno che la statua della Vergine non faccia un giro sulla pista atletica e si possano mangiare tagliolini e "carcioffole" sugli spalti.

OTTO i punti che la Paganese conserva sulla zona playout. Stesso vantaggio da circa un mese, da quando cioè manca la vittoria. Il merito è soprattutto del Catania che continua a perdere punti per strada e rischia di abbassare la quota salvezza. Dovesse essere a 40, alla Paganese mancherebbero sei punti, cioè due vittorie, quelle che devono arrivare contro Ischia e Melfi per archiviare questa fastidiosa pratica ed evitare brutti rischi, visto il difficile calendario del finale di campionato. 

SETTE al difensore della Paganese, Ciro Sirignano, sicuramente fra i migliori in campo nel derby contro il Benevento. Il difensore di Nola ha commesso solo una piccolissima sbavatura sul gol di Cissè, anche se è stato bello il gesto tecnico dell'attaccante guineano. Poi non gli ha fatto prendere un pallone nei pressi dell'area di rigore: anticipato sistematicamente di testa da Sirignano, Cissè ha preferito abbassare il suo baricentro raccogliendo palloni quasi a centrocampo. L'arrivo di Sirignano ha dato senza dubbio qualcosa in più alla retroguardia azzurrostellata e riaverlo almeno per la prossima stagione sarebbe un altro mattoncino in più per la costruzione di una rosa competitiva com'è nelle intenzioni della società. 

SEI le partite senza reti di Evangelista Cunzi, che quest'anno è riuscito a timbrare il cartellino solo tre volte. Lo score dell'attaccante è fermo alla doppietta nel derby con la Juve Stabia e, pur giocando da prima punta ormai da due mesi, tocca meno palloni del solito. Certo non è neppure aiutato dai compagni, perchè pensare di servirlo con palle alte, contro Lucioni che ha almeno dieci centimetri più di lui, è pura follia. 

CINQUE gare fa l'ultima vittoria della Paganese, contro la Lupa Castelli Romani. Sono poi arrivate due sconfitte (Akragas e Benevento) e due pareggi (Monopoli e Cosenza), ma nessun campanello d'allarme perchè è solo un'astinenza da vittorie, che ci può stare viste le avversarie affrontate.

QUATTRO le reti di Pietro Iemmello nel match casalingo contro l'Ischia. L'attaccante del Foggia ha così regalato la vittoria ai satanelli e ha scavato un solco nella classifica cannonieri, distanzando il suo diretto rivale Giuseppe Caccavallo. La punta azzurrostellata, invece, è a secco dall'ultima vittoria della Paganese, ossia da un mese esatto. Contro il Monopoli è stato sfortunato, mentre nelle altre tre apparizioni non è stato brillante. Sperando che l'aria di Ischia possa cambiare il trend suo e della Paganese...

TRE le sconfitte casalinghe della Paganese in questa stagione. Al Torre sono riuscite a vincere soltanto Catanzaro, Akragas e Benevento, mentre anche le squadre di testa (eccezion fatta per il Benevento) hanno lasciato punti. Nulla a che vedere con gli altri anni. Nel passato campionato furono sette le sconfitte interne, addirittura dodici in quell'assurdo campionato senza retrocessioni di due anni fa, record destinato a restare nella storia in eterno come i tanti altri negativi che quella squadra riscrisse.

DUE le settimane di assenze di questa rubrica. Colgo l'occasione per scusarmi con i pochi che ancora leggono queste str... e che si sono affezionati a questo spazio ormai fisso. Ma dovevo riprendermi, oltre che dall'influenza di due settimane fa, anche dalla notizia che mi ha sconvolto sette giorni orsono: Stefano Cuoghi, dopo il disastro a Pagani l'anno scorso, riparte addirittura dalla Serie B. L'allenatore emiliano ha esordito sulla panchina del Como sabato scorso, trovando la vittoria a Modena in un fondamentale scontro diretto salvezza. Ora spero che non voglia sostituire il figlio d'arte Simone Andrea Ganz con suo figlio Marco...

UNO il successo storico del Benevento a Pagani. Per la prima volta, dopo 19 partite, i giallorossi escono vittoriosi da questa trasferta che stava diventando tabù. Solo pareggi negli ultimi anni, anche nell'annata delle dodici sconfitte interne (vedi sopra), quando quella corazzata riuscì nell'impresa di impattare 1-1 a Pagani grazie ad un eurogol di Panariello. Che sia di buon auspicio per loro?

ZERO i punti raccolti dalla Paganese contro il Benevento quest'anno. 1-0 all'andata, 0-1 al ritorno, sei punti alla squadra di Auteri e giallorossi felici e contenti. Bottino pieno da parte della Strega che, fra le compagini di testa, è l'unica ad aver vinto sia all'andata che al ritorno con la Paganese. Il Foggia ha preso solo un punto, il Cosenza due, uno a testa per Lecce e Casertana in attesa del ritorno. Se si ritroverà punti in più a fine campionato, il Benevento saprà chi ringraziare...

© Paganesemania - Riproduzione riservata

 

Commenti

LA DESIGNAZIONE ARBITRALE PER ISCHIA-PAGANESE
GRASSADONIA: "NON SIAMO ANCORA SALVI. SARANNO DECISIVE LE PROSSIME DUE!" (VIDEO)