CASA PAGANESE | LE ULTIME

PARTENZA SPRINT DI FAVO, LA PAGANESE ESPUGNA COSENZA

02.09.2017 22:09

Che il calcio non fosse una scienza esatta era un concetto già risaputo e a Cosenza se n'è avuta l'ennesima conferma. Sembrava potesse essere tutto facile per i rossoblù di Fontana, contro una formazione considerata abbordabile dall'ambiente silano, invece il match del San Vito-Marulla dimostra ancora una volta che nulla è scontato. Con un tecnico all'esordio in panchina e con un mercato che nelle ultime ore non ha regalato colpi, la Paganese rialza subito la testa dopo la scoppola casalinga col Bisceglie. Rispetto ad una settimana fa gli azzurrostellati ci hanno messo maggior mordente, più determinazione e hanno messo in pratica anche qualche indicazione tattica fornita in pochi giorni da mister Favo. In particolare la Paganese ha saputo avere pazienza, ha fatto sfuriare il Cosenza e poi l'ha punito nel finale di primo tempo, sfruttando due errori clamorosi della formazione calabrese. 

A sorpresa Favo manda in campo dall'inizio il giovane Bernardini, mentre in attacco ci sono Cesaretti e Regolanti. Si capisce subito il tipo di partita che sarà. La Paganese fa sfuriare i silani, chiudendo poi tutti i varchi in particolare su Caccavallo, costantemente cercato dai compagni ma raddoppiato dai difensori azzurrostellati. E' proprio l'ex di turno uno dei più ispirati ma comunque non incide, tant'è che è la Paganese a calciare in porta in un paio di occasioni, con Cesaretti e Carcione. La migliore occasione del Cosenza capita a Mendicino che prova a superare Gomis ma calcia alto. Fino all'epilogo finale con i due erroracci del Cosenza e la Paganese che non perdona. Al 44' errore in fase di disimpegno, Baccolo recupera sulla trequarti, apre per Regolanti che serve Cesaretti sulla corsa: l'1-0 è un gioco da ragazzi. Nemmeno il tempo di riprendere che Talamo ruba palla a Pascali e s'invola verso la porta, battendo Perina, uscito alla disperata, dalla lunga distanza con un pallonetto. 

Nel secondo tempo la squadra di Favo è stata brava a gestire il doppio vantaggio, concedendo pochissime chance al Cosenza per poter rientrare in partita. I rossoblù ci hanno provato soprattutto ad inizio secondo tempo, ma Gomis e il palo colpito da Bruccini hanno tenuto in vita la Paganese. Favo ridà ossigeno alla squadra in mezzo al campo con Ngamba e Scarpa, mentre il Cosenza non riesce a trovare il bandolo della matassa. Pur in sofferenza, gli azzurrostellati serrano i ranghi così l'ultima occasione dei rossoblù arriva intorno alla mezz'ora con Gomis a chiudere la porta prima a Tutino e poi di nuovo a Mendicino. Vittoria sofferta e che dà morale soprattutto all'ambiente dopo una settimana a dir poco particolare. 

MARCATORI: pt 44' Cesaretti, 46' Talamo
COSENZA (4-3-3): Perina; Calamai, Idda, Pascali, D'Orazio (1' st Pinna); Bruccini, Loviso (15' st Baclet), Mungo; Caccavallo, Mendicino, Statella (22' st Tutino). A disp.: Quintiero, Saracco, Palmiero, Pasqualoni, Boniotti, Stranges, Trovato, Liguori, Dermaku. All.: Fontana
PAGANESE (4-3-3): Gomis; Picone, Meroni (28' st Dinielli), Carini, Della Corte; Bernardini (14' st Ngamba), Carcione, Baccolo; Talamo (41' st Negro), Regolanti (14' st Scarpa), Cesaretti (28' st Bensaja). A disp.: Marone, Galli, Garofalo, Pavan, Buxton, Tascone. All.: Favo
ARBITRO: Di Tullio di Bari (Mittica-Gregorio)
NOTE: spettatori 2mila circa. Ammoniti: Statella, Idda, Picone. Angoli 9-3. Recupero pt 1', st 4'

Danilo Sorrentino
© Paganesemania - Riproduzione riservata

foto: www.cosenzachannel.it

VOTA IL MIGLIORE IN CAMPO DI COSENZA-PAGANESE

Commenti

2^ GIORNATA: AL LECCE IL BIG MATCH. MALE CATANIA E COSENZA, 2 SU 2 PER BISCEGLIE, MONOPOLI E RENDE
TROFEO "SALVATORE FRANCAVILLA": VOTA IL MIGLIORE IN CAMPO DI COSENZA-PAGANESE