IL MOVIOLONE

IL MOVIOLONE - REGOLARE IL GOL ANNULLATO A MAIORANO, OK IL PARI AMARANTO

Redazione
08.05.2017 20:05

Non corre buon sangue fra la Paganese e la Puglia. Non stiamo certo parlando delle varie compagini presenti nel girone C di Lega Pro, ma dei fischietti arbitrali e dei loro assistenti che hanno regalato poche gioie agli azzurrostellati nel corso della stagione. Il campionato della Paganese si conclude proprio come era iniziato, ovvero con un gol regolare annullato che impedisce agli undici di Grassadonia di portare a casa almeno un punto. Se a Matera era stato l'assistente Pierluigi Mazzei di Brindisi a negare la gioia del gol al giovanissimo paganese doc Stoia (al quale fu strozzato in gola il primo urlo di gioia fra i professionisti), al Granillo è il direttore di gara De Santis di Lecce, al primo anno in Can Pro, che ferma sul nascere l'esultanza di un ottimo Maiorano, all'esordio con la maglia azzurrostellata lui è che "quasi paganese", dopo i trascorsi nel settore giovanile di Inter e Sassuolo. Le immagini sono eloquenti ed evidenziano la più classica uscita a farfalle del portiere locale Licastro che viene lievemente toccato da Zerbo. Un errore grave di De Santis che ha inciso sul risultato finale, fortunatamente utile solo ai fini statistici, poichè anche in caso di vittoria la Paganese avrebbe incrociato il Cosenza.
Buona invece la valutazione che il secondo assistente compie al minuto 74' in occasione del gol di Maesano che rimette in parità la gara, con il terzino di casa che è matenuto in gioco dall'intera retroguardia azzurra sull'assist di Tripicchio (vedi foto in basso). Resta in ogni caso insufficiente la prestazione di De Santis, al primo anno tra i professionisti, che seppur in una partita dal clima disteso, non è apparso all'altezza della situazione. Dovrà crescere anche lui.

Daniele Ferrara
© Paganesemania - Riproduzione riservata

Commenti

STORIA E STORIE DI PLAYOFF: 87 ANNI DI SFIDE!
DATE, ORARI, REGOLAMENTO E SECONDA FASE: TUTTO QUELLO CHE C'E' DA SAPERE SUI PLAYOFF