CASA PAGANESE | LE ULTIME

ERRA NON VUOLE ERRORI: "SFRUTTIAMO TUTTE LE OCCASIONI"

L'allenatore azzurrostellato detta le linee guida anti-Bari: "Equilibrio, compattezza ed intelligenza"

Danilo Sorrentino
04.12.2020 13:12

Margine di errore ridotto al lumicino per sperare di portare a casa un risultato positivo. Con questo spirito la Paganese si avvicina al delicato match interno contro il Bari, voglioso di non far scappare la Ternana capolista. Alessandro Erra, nella conferenza pre-gara, ha dettato le linee guida che dovrà seguire la sua squadra per mettere in difficoltà i galletti: "C'è bisogno di un atteggiamento propositivo, ma allo stesso tempo andare alla ricerca dell'equilibrio per avere la meglio di un avversario fortissimo, di esperienza e qualità, che lotta per un obiettivo completamente diverso dal nostro. Dobbiamo saper interpretare e leggere le varie fasi che la partita richiederà e disputare una partita di grande compattezza ed intelligenza. Giocheremo per fare risultato - afferma l'allenatore azzurrostellato - perchè è vero che affrontiamo un Bari qualitativamente forte, ma è anche vero che dobbiamo guardare a noi. Già abbiamo gettato al vento tante occasioni per colpa nostra, dobbiamo sfruttare quello che loro ci concederanno. Dovremo sbagliare il meno possibile, perchè hanno giocatori di grande valore".

Erra non abbassa la maschera e non svela possibili soluzioni anti-Bari, nonostante ci siano diverse assenze non di poco conto. Mancheranno due difensori titolari (Sbampato e Sirignano), il centrocampista Gaeta oltre al lungodegente Benedetti: c'è abbondanza solo in attacco: "Le assenze ci sono e sono pesanti, ma un allenatore ha il dovere di focalizzarsi sui presenti: con quello che avremo cercheremo di mettere in campo una squadra he abbia coraggio, orgoglio e determinazione. Chi sarà a disposizione so che darà il massimo".

Inizia un mese di dicembre che vedrà la Paganese scendere in campo per sole tre partite, per giunta tutte al Marcello Torre, dove la vittoria manca da febbraio, ossia da sette gare consecutive casalinghe. Un dato che "infastidisce" il tecnico di Coperchia: "Non si può parlare di un risultato che manca da tempo, perchè siamo rimasti per sette mesi fermi a causa del Covid. Non sono tantissime le partite che non abbiamo vinto in casa, la prestazione c'è sempre stata, abbiamo sbagliato solo due partite. Le motivazioni? La squadra ha mostrato su terreni adeguati di esprimere cose interessanti, in casa abbiamo fatto più fatica ma ci sono stati anche episodi particolari. Diciamo che il palo al 95' colpito dalla Juve stabia sia stato l'unico momento fortunato del nostro campionato".

Danilo Sorrentino
© Paganesemania - Riproduzione riservata

Commenti

SIRIGNANO NON SI NASCONDE: "PRESTO I RISULTATI ARRIVERANNO, SIAMO UN GRUPPO UNITO"
UNA DEVIAZIONE CONDANNA LA PAGANESE, IL BARI PASSA 1-0