CASA PAGANESE | LE ULTIME

ERRA SENZA APPELLO: "PESSIMA FIGURA, DOBBIAMO GUARDARCI DENTRO"

Il tecnico della Paganese si assume le sue responsabilità: "Forse non ho trasmesso l'importanza del match"

Danilo Sorrentino
17.10.2020 19:10

Non accampa scuse e non fa giri di parole Alessandro Erra, per commentare la pesantissima sconfitta in casa della Vibonese. Tuttavia, il 5-2 impone delle riflessioni generali, al tecnico quanto alla società, per l'andamento di questo avvio di campionato e per l'approccio - quantomeno rivedibile - di alcuni elementi. Del match del Razza, il tecnico della Paganese non salva niente e si assume anche le sue responsabilità: "Abbiamo giocato una partita al di sotto delle nostre possibilità, contro un avversatio in palla e quotato: questi due aspetti hanno comportato la brutta figura. C'è poco da addebitare singolarmente, io direi che nel complesso la prestazione è stata pessima, la mia in primis perchè forse non sono stato capace di trasmettere l'importanza della partita: siamo stati poco attenti e determinati. L'atteggiamento è da rivedere, è inammissibile commettere determinati errori che sono stati evidenti e decisivi. Batterei soprattutto sull'atteggiamento globale che non è stato all'altezza"

Due pareggi in cinque partite, dieci gol incassati ed un attacco sterile, a leggere i numeri. Ma per Erra è prematuro fare bilanci: "Ritengo che sia presto, io dico che ci mancano i due punti del derby, quelli sono pesanti nell'economia di questo inizio, sul resto poco da dire. Nelle scelte è ovvio che, strutturalmente, per dare spazio ai giovani, qualcosa si doveva sacrificare. La linea tracciata è quella di far crescere i giovani, lo sappiamo tutti, molti giocatori sono arrivati alla fine del mercato. Le bacchette magiche non le ha nessuno, le magie non le fa nessuno, per cui se non saliamo di condizione in determinati elementi è normale che si fa fatica. Se mi sento in discussione? Bisogna chiedere alla società, io sono amareggiato perchè dopo una prova del genere è l'allenatore il primo responsabile. Se devo andare via, lo decide la società"

Mercoledì, nel turno infrasettimanale casalingo contro la Virtus Francavilla, c'è già l'occasione per il riscatto. E stavolta bisognerà già non sbagliare: "E' ovvio che in questo momento, quando si perde in malo modo, si vede tutto nero. Abbiamo il dovere di voltare pagina, mercoledì c'è un'altra partita. Da domani dobbiamo avere la forza di reagire perchè fra tre giorni si rigioca. Non possiamo piangerci addosso, dobbiamo analizzare tutto e fare un esame di coscienza. E' da tempo che ci guardiamo dentro, tutti sappiamo di dover dare di più".

Danilo Sorrentino
© Paganesemania - Riproduzione riservata

Commenti

PROVA HORROR AL RAZZA: LA VIBONESE PASSEGGIA SULLA PAGANESE
RIAPRE ANCHE IL TORRE CONTRO IL FRANCAVILLA: 650 BIGLIETTI DISPONIBILI