IL MOVIOLONE

IL MOVIOLONE: GIUA E' PERFETTO E PRONTO AL SALTO DI CATEGORIA

12.12.2016 11:12

Anche quest'anno si ritorna a mani vuote dal Via Del Mare di Lecce, apparso in realtà, in questa stagione, meno temibile del solito. Match arbitrato ottimamente da Antonio Giua di Olbia e dagli assistenti Antonio Spensieri di Genova e Giuseppe Perrotti di Campobasso. Questa settimana non ci sono episodi da analizzare ma va riconosciuta la gestione perfetta da parte del fischietto sardo che utilizza una soglia del fallo molto alta, lascia giocare in più occasioni, contribuendo a garantire lo spettacolo in campo. E' proprio in una di queste occasioni che nasce il gol del vantaggio giallorosso. Parlati tenta in ogni modo di commettere il più classico dei falli tattici, trattenendo vistosamente Mancosu che è invece bravo a vincere la resistenza del giovane centrocampista azzurrostellato. Giua è lì vicino, avrebbe potuto, come accade 99 volte su 100, fischiare il fallo al limite della propria area di rigore (come vediamo nella foto tratta da Sportube) in favore dei salentini e ammonire il centrocampista della Paganese, invece è abile a leggere la situazione di gioco e, grazie all'applicazione della norma del vantaggio, sul ribaltone, Lepore trova il gol che sblocca il match. Corrette le ammonizioni di Cosenza - che, atterrando Deli, dà all'undici di Grassadonia la possibilità di rientrare nel match con la punizione di Reginaldo -, Parlati - fallo su Lepore - e Alcibiade che atterra malamente il numero 4 Mancosu. Insomma, possiamo dire che la prestazione di sabato conferma le voci degli addetti ai lavori, che vedono Giua tra i papabili per la promozione in Serie B al termine della stagione sportiva.

Daniele Ferrara
© Paganesemania - Riproduzione riservata

Commenti

LA PARTITA DEL TIFOSO: I GOL DEGLI EX E LE RESPONSABILITA' DEI CUGINI MINORI
TATTICAMENTE: A LECCE LA SINTESI DEL CAMPIONATO, BELLA PAGANESE MA QUANTI ERRORI...