CASA PAGANESE | LE ULTIME

DI NAPOLI: "STIAMO FACENDO BENE, CI MANCA LA CONCRETEZZA"

Il tecnico azzurrostellato presenta la sfida col Bari: "Sulla carta è proibitiva, ma non saremo la vittima sacrificale"

Danilo Sorrentino
26.03.2021 13:39

Prima della sosta, che coincide con il turno pasquale, la Paganese avrà una montagna da scalare contro un Bari che, pur non passando uno dei suoi migliori periodi, resta un ostacolo duro. Lello Di Napoli non parte già sconfitto, ma sa che potrebbe non bastare neppure una grande prestazione per uscire coi punti dal San Nicola: "E' una sfida sulla carta proibitiva, ma in noi c'è voglia di rivalsa, vogliamo continuare a credere in qualcosa di bello. Attraverso la prestazione ed il sacrificio, cercheremo di fare una grande partita. Dobbiamo giocare e ragionare di squadra, perchè solo così possiamo mettere in difficoltà una corazzata composta da giocatori che hanno fatto categorie superiori. Poi dobbiamo essere bravi ad arginare i loro attacchi e a ripartire con grande veemenza per provare ad essere propositivi. Il Bari arriva da qualche risultato negativo e sicuramente sarà un avversario arrabbiato, noi però non siamo la vittima sacrificale e dobbiamo farci trovare pronti per giocarci le nostre possibilità"

Contro la Juve Stabia, però, la formazione azzurrostellata ha palesato ancora una volta le difficoltà a costruire nel secondo tempo. Acuite dai due gol di Caldore in avvio che hanno di fatto tolto interesse alla ripresa del derby: "Questa partita arriva dopo una sconfitta che non meritavamo. Contro la Juve Stabia, nel primo tempo, abbiamo avuto grandi occasioni per sbloccarla. La squadra ha mordente, entusiasmo e voglio che attraverso questo si facciano le prestazioni. La squadra sta facendo benissimo, io sono contentissimo, a parte qualche risultato che è venuto un po' a mancare. Dobbiamo alzare l'attenzione e limitare i danni. E' un aspetto di concentrazione, io ragiono da squadra, voglio gente che lavori alla stessa maniera. Voglio una squadra convinta dei propri mezzi, che lavori per rincorrere ed uscire dai playout anche se è faticoso. Dobbiamo giocare col piglio da ultima spiaggia per tirarci fuori, so che non è facile perchè ci vogliono anche altre componenti, però la squadra mi dà garanzie di crescita". 

E' proprio su questa crescita che Di Napoli ha battuto. Perchè, a cinque gare dalla fine, con meno partite da giocare rispetto a tutte le dirette concorrenti e con il calendario decisamente più proibitivo, la Paganese è ancora in piena zona playout: "Quando sono arrivato io, vedendo le partite precedenti, la squadra creava poco. Io ho cercato di dare un'impronta, adesso c'è un'idea di gioco ed infatti creiamo in media 4-5 palle-gol a partita. Per tante dinamiche, per sfortuna, per imprecisione, arriviamo a concretizzare molto meno rispetto a quello che produciamo: una squadra che deve salvarsi, dovrebbe ottimizzare. A livello difensivo mi aspetto molto da tutta la squadra, anche dai centrocampisti e dagli attaccanti. Sono contento che la squadra recepisce che siamo leggerini, dobbiamo crescere sotto questo aspetto in queste ultime cinque partite".

Danilo Sorrentino
© Paganesemania - Riproduzione riservata

 

Commenti

IN PUNTA DI PEPE - LA DIFESA ANELLO DEBOLE DEL DERBY E LA CONFUSIONE DI DI NAPOLI
AVELLINO - PAGANESE 2-0