LA PAGANESE VISTA DA... NOCERA

LA PAGANESE VISTA DA...NOCERA: CHE IMPRESA!

Peppe Nocera
01.05.2017 15:05

A distanza di 40 anni la Paganese, per la seconda volta, pone un altro traguardo storico nella sua novantennale vita calcistica, piazzando il suo nome tra le società che parteciperanno ai playoff promozione per la Serie B. Mai in precedenza la squadra azzurrostellata aveva raggiunto questo traguardo e lo fa grazie al pareggio, con rammarico, ottenuto, con il motivatissimo Lecce, ed ancor più meritevole di sottolineatura. Ieri era quasi strano per me, ma credo per tutti gli amanti della casacca azzurrostelata, trascorrere così tranquillamente gli ultimi novanta minuti casalinghi. Nella storia dell'era Trapani, di questo periodo, si facevano calcoli a mano, con pallottoliere e con calcolatrici, per capire se si retrocedeva direttamente, quanti punti servivano per accedere ai playout, raramente per salvarsi direttamente, mentre ieri era tutto incredibilmente diverso: si giocava e si facevano i calcoli per capire se si poteva giungere settimi o ottavi negli spareggi promozione per la Serie B. Forse non ci si rende conto della portata dell'impresa realizzata da Grassadonia e dai suoi ragazzi che per poco non giungevano a Reggio Calabria, nell'ultimo turno di campionato, ancora con la concreta speranza di giocarsi la possibilità di disputare, in casa, il primo turno dei playoff. Questo è sfumato: il Francavilla ha posto quattro lunghezze tra sè e la Paganese, forse sarà la nostra probabile avversaria, forse no se dovessimo perdere l'ottava posizione e scivolare al nono. Tutti discorsi che alla fine sono relativi, come ha sentenziato Grassadonia, nel dopo gara, definendosi in tal senso "fatalista".
Il dato incontrovertibile è che la Paganese 2016-17, quella cancellata a luglio poi riammessa in Lega Pro ad agosto, rivoluzionata a gennaio, a novanta minuti dalla fine del campionato sarà presente nella griglia dei playoff. Un miracolo calcistico reso possibile da tanti fattori grazie ad una società che ha azzeccato scelte e strategie, un allenatore che ha plasmato di nuovo un gruppo di ragazzi ed una squadra che ha lavorato sodo. Pensare di vedere nel tabellone dei playoff il nome della nostra Paganese sarà emozionante. Non ci monteremo la testa, sarà una vetrina per questi ragazzi: da Firenze, autore della nona rete in azzurro, a Cicerelli per citarne qualcuno e per tutti quelli che da luglio hanno seguito senza indugio le direttive di Grassadonia.
50 punti, record che domenica sul terreno della gloriosa Reggina, formazione che da sempre accompagna le nostre avventure calcistiche addirittura dal 1929, potrà essere anche migliorato. Resta una stagione incredibile, senza ormai distinzione tra quella disputata da settembre a gennaio e quella del nuovo anno, sarebbe ingiusto per chi ha contribuito a quella prima parte, anche se negli occhi resterà la striscia incredibile di vittorie in sequenza, soprattutto in trasferta polverizzando record su record, della seconda. Il bilancio finale lo faremo domenica sera, dopo la gara del Granillo, anche se questa Paganese è già nella storia dopo la "rivoluzione delle rivoluzioni". "Per il miracolo dei miracoli" c'è ancora tempo, sperando che prima della Paganese possa essere esaudito quello del Piccolo Grande Genny!

Peppe Nocera
© Paganesemania - Riproduzione riservata

 

Commenti

PAGANESE-LECCE: LE FOTO DELLA PARTITA
LA PARTITA DEL TIFOSO: CE NE ANDIAMO AI PLAYOFF, TRASCINATI DA TRAPANI E GRASSADONIA