L'ARCHIVIO RACCONTA

L'ARCHIVIO RACCONTA: DA NOCERA A CASTELLAMMARE PASSANDO PER AVELLINO, LA STORIA DEL DERBY IN CAMPO NEUTRO

Peppe Nocera
19.09.2019 10:09

 

Domenica sera, alle 20.45, ritorna in calendario un classico derby campano Cavese-Paganese, ma che non si disputerà nella sua sede naturale, ovvero il "Simonetta Lamberti". Impellenti lavori all'impianto di illuminazione hanno fatto spostare le gare casalinghe dei blufonce' al "Menti" di Castellammare. Nelle prime due uscite in "casa", il bilancio parla di pari acciuffati per i capelli, nei minuti finali, con Picerno e Vibonese, mentre la sconfitta di domenica scorsa a Teramo ha fatto saltare la panchina di Moriero sostituito da Campilongo. Ma questo è un altro discorso, ritorniamo alla chiusura dello stadio "Lamberti". Cavese-Paganese di domenica prossima non sarà disputato per la prima volta in campo neutro, infatti l'archivio racconta di altri due precedenti. Il primo derby tra azzurrostellati e metelliani non disputato a Cava avvenne nella stagione di Promozione 1966-'67.

Un campionato particolarmente felice per gli azzurri di Pagani, culminato con la promozione in serie D dopo gli spareggi del "San Paolo". "Nella primavera del '66 - come apprendo dal libro: " Unione Sportiva Cavese - 90 anni di Passione Blue-Fonce' " di Raffaele Senatore - dopo che il 15 maggio si era disputata l'ultima partita ufficiale sul terreno del vecchio Campo di via Mazzini  (Cavese-Angri 0-0), venne il momento tanto atteso e temuto al tempo stesso di chiudere il vecchio campo e per impiantarvi il cantiere che avrebbe trasformato il brullo campo sportivo comunale in uno Stadio da quindicimila spetttori". Cominiciò allora il girovagare per 30 mesi, era stato promesso in 12, della Cavese per i campi del circondario, per continuare la sua attività calcistica e, dopo un'iniziale intesa con quello di Roccapiemonte, ci fu un passo indietro ed un diniego ed allora la Cavese disputò il campionato interamente a Nocera Inferiore...altri tempi. E a Nocera inferiore il 21 maggio del 1967 si disputò quel Cavese-Paganese, proprio altri tempi, valevole per la ventinovesima giornata del campionato di Promozione. La Paganese vinse con un secco 0-2 grazie alla doppietta di Oliviero Visentin, il secondo in piedi da sinistra nella foto, che al termine di quel trionfale campionato realizzò 17 reti.

Anche la stagione 1967-'68 fu all'insegna del girovagare per la Cavese, ancora "sfrattata" dalla sua casa, tanto che dovette chiedere ospitalità anche al Campo Sportivo Del Forno di Pagani, oltre che a quello di Torre del Greco ed Angri, prima di disputare le ultime gare di campionato a Pregiato, come si evince sempre dal racconto del giornalista Senatore. Oltre a quello della stagione '66-'67 ho scovato un altro derby Cavese-Paganese non disputato a Cava ma in campo neutro. Avvenne il 3 maggio 1970. Si disputava la trentunesima giornata del campionato di serie D 1969-'70 , nel farttempo il 12 gennaio del 1969 la Cavese aveva giocato la prima partita nel nuovo impianto contro la Leonida Gragnano nel campionato '68-'69.

Ma cosa successe ? Come racconta Senatore nel suo libro: " Mancavano 11 partite al temine del campioanto e a Cava era in programma Cavese-Savoia. La capolista torrese veniva a chiedere punti per continuare il suo volo verso la serie C, ma la Cavese aveva necessità di conquistare almeno un punto, per non scivolare ai margini della zona retrocessione ". Morale della partita? Il Savoia era in vantaggio, la Cavese assediò l'area dei bianchi alla disperata ricerca del pareggio e a metà ripresa l'arbitro Oca di Bologna non ravvisò gli estremi di un fallo di mano, di un difensore torrese, e non concesse il rigore. Invasione di campo isolata di un tifoso aquilotto che colpì l'arbitro. Partita sospesa, sconfitta a tavolino (0-2) e quattro giornate di squalifiche al nuovo stadio di Cava. Ed ecco spiegato perchè quel 3 maggio del '70, Cavese-Paganese si disputò ad Avellino.

La gara si risolse in pareggio 2-2, con le quattro reti realizzate nei primi 39 minuti. Vantaggio paganese al 2' con Lembo, pari aquilotto all'11 con Abbandonato, ancora azzurri paganesi avanti con Sasso al '27 e pari metelliano al '39 con Sorrentino. L'ultimo Cavese-Paganese disputato al Lamberti, vide la netta affermazione dei padroni di casa per 4-0, nella passata stagione. Visto il risultato e la tradizione favorevole per gli azzurrostellati, ben venga il campo neutro, sperando che si confermi. In tanto Buon Derby a tutti, soprattutto ai tifosi della Paganese che, per ordine pubblico non potranno recarsi a Castellammare, dovranno guardarlo in televisione...tempi moderni.

Peppe Nocera
© Paganesemania - Riproduzione riservata

Commenti

LA PAGANESE VISTA DA ...NOCERA: ANCORA FERMI DAGLI 11 METRI...E NON E' SOLO SFORTUNA
LA PAGANESE VISTA DA NOCERA : GRAZIE PER IL REGALO !