CASA PAGANESE | LE ULTIME

PAGANESE PAZZA, E' SUO IL DERBY SEPPUR CON TANTA SOFFERENZA

Redazione
01.12.2019 19:12

Una partita pazza, almeno tre gare all'interno della stessa ed un derby che farà discutere. La notizia principale, per la Paganese, è che l'astinenza da vittorie è terminata. Da un derby all'altro, gli azzurrostellati sbancano per la prima volta, dall'unione della Serie C, il Pinto ed infliggono ai rossoblù la prima sconfitta stagionale fra le mura amiche. Starita spaventa - ma di fatto sveglia - gli azzurrostellati che la ribaltano nell'ultimo quarto d'ora del primo tempo con Diop e Guadagni. Nel secondo tempo, con la Casertana in dieci, la Paganese gestisce male il risultato, trovando solo nel finale il tris con Alberti

Nessuna novità di formazione rispetto alla vigilia, l'inizio della Paganese è quello classico: compassato, in attesa dell'avversario e troppo superficiale. La Casertana ci crede di più e, al primo affondo, passa grazie al guizzo di Zito che imbecca Starita, su un'indecisione della retroguardia azzurrostellata. Dopo lo svantaggio, la Paganese si sveglia e si iscrive alla partita con una doppia chance per Diop: la sua prima zampata è centrale, il secondo tentativo è un'azione personale che conclude in malo modo a lato. Poco prima della mezz'ora la Paganese pareggia su calcio di rigore, concesso dall'arbitro per un contatto di Adamo e Perri: dal dischetto Diop spiazza Crispino. Dopo il pareggio, è un'altra squadra quella di Erra, più sicura dei propri mezzi, più propositiva ed anche più incisiva in attacco. Stendardo su punizione sfiora il gol (palla a fil di palo al 39'), il vantaggio arriva qualche minuto più tardi. Slalom gigante di Panariello che parte dalla difesa e supera avversari in serie, dal limite serve Guadagni che indovina l'angolino per il suo primo gol fra i professionisti. Nel finale di tempo perde la testa la Casertana. Il tecnico Ginestra si fa espellere per proteste, nel recupero lo raggiunge anche Santoro che rimedia due gialli nel giro di un minuto. 

Nonostante l'inferiorità numerica, la Casertana non è doma, complice una Paganese dal braccino corto e timorosa in alcune circostanze. Al quarto d'ora gol annullato alla Paganese per fallo in attacco di Diop, mentre al 20' è provvidenziale Baiocco ad evitare il pareggio uscendo sui piedi di Starita incuneatosi in area. La gestione del punteggio è rivedibile da parte della formazione di Erra, che rischia troppo perchè la Casertana non alza bandiera bianca. Baiocco non corre pericoli, i nuovi entrati Bramati e Alberti non danno freschezza anzi sbagliano molto e la Paganese non sfrutta le praterie lasciate dalla Casertana in contropiede. Le ripartenze fallite non si contano (a partire da quella di Perri che spara addosso a Crispino), il portiere rossoblù è decisivo al 38' sul colpo di testa di Caccetta su azione d'angolo e tiene a galla un risultato quanto mai in bilico. In contropiede, nel finale, Alberti realizza il 3-1, si toglie la maglietta (era già ammonito) e viene espulso dopo un'esultanza evitabile sotto la tribuna. 

MARCATORI: pt 11' Starita, 28' rig. Diop, 43' Guadagni; st 51' Alberti
CASERTANA (3-5-2): Crispino; Longo, Silva, Caldore; Adamo (32' st Cavallini), D'Angelo, Santoro, Laaribi, Zito (29' pt Clemente, 21' st Gonzalez); Starita, Origlia (1' st Floro Flores). A disp.: Zivkovic, Galluzzo, Rainone, Zivkov, Ciriello, Matese, Varesanovic, Paparusso. All.: Ginestra
PAGANESE (3-5-2): Baiocco; Schiavino (12' st Sbampato), Stendardo, Panariello; Mattia, Caccetta, Capece, Gaeta (30' st Bramati), Perri (47' st Carotenuto); Diop, Guadagni (30' st Alberti). A disp.: Scevola, Scarpa, Calil, Lidin, Bonavolontà, Acampora, Musso. All.: Erra
ARBITRO: Collu di Cagliari (Ceolin-Torresan)
NOTE: spettatori . Espulsi: al 44' pt il tecnico Ginestra per proteste, al 47' pt Santoro per doppia ammonizione, al 52' st Alberti per doppia ammonizione. Ammoniti: Schiavino, Panariello, Laaribi, Santoro, Baiocco, Capece, Alberti. Angoli 5-2. Recupero pt 2', st 7'

Danilo Sorrentino
© Paganesemania - Riproduzione riservata

Commenti

IN ATTACCO CONFERMATO IL TANDEM DIOP-GUADAGNI, RECUPERA CALIL MA VA IN PANCA
ERRA SORRIDE: "QUESTO LO SPIRITO, GARA DA CHIUDERE PRIMA"