A TU PER TU CON L'AVVERSARIO

MAURIZI TORNA DA EX: "MI ASPETTO I FISCHI, ESONERO PARTICOLARE"

Redazione
08.09.2017 19:09

Dopo la vittoriosa trasferta di Cosenza, la Paganese si troverà di fronte un'altra squadra calabrese, la Reggina dell'ex Agenore Maurizi. Il mister originario di Colleferro ha allenato gli azzurrostellati nella stagione 2013/14 famosa per la classifica finale che non prevedeva alcuna retrocessione. Nonostante ciò, il trainer laziale non portò a termine il campionato venendo sollevato dall'incarico il 29 dicembre 2013 a seguito di 12 sconfitte, 2 pareggi e solamente 2 vittorie. Non bastò a salvargli la panchina neppure il pareggio dell'Arechi, quando la storica vittoria contro la Salernitana sfumò soltanto nel finale per un gol di Mancini. Nella conferenza stampa pre-gara, Maurizi è tornato sul suo trascorso con la Paganese: "Era un campionato in cui non si retrocedeva, l'esonero fa parte della vita ma quello fu abbastanza particolare. Mi aspetto fischi a Pagani, anche se lì conservo un ottimo rapporto con alcuni amici. È stata un'esperienza che comunque mi ha arricchito". L'unica volta in cui Maurizi è tornato al Torre da avversario allenava l'Ischia e quella sfida, nel marzo 2015, terminò 4-0 per i ragazzi di Sottil
Oggi l'allenatore laziale, invece, guida una Reggina che viaggia sulle ali dell'entusiasmo dopo la vittoria nel derby con il Catanzaro. "Il pensiero è solo alla gara con la Paganese, squadra ben costruita e che punta molto sull'aggressività. È reduce da un ottimo risultato a Cosenza dove ha giocato con ferocia. Dovremo pensare a più soluzioni, forse anche ad un cambiamento tattico". 
Maurizi dovrà far fronte alla pesante assenza dell'attaccante Bianchimano ma recupera in extremis De Francesco e Gatti (sono in preallarme Solerio e l'ex Fortunato) che in settimana non si sono quasi mai allenati; Laezza invece non ce la fa e sarà assente insieme allo squalificato Di Livio. Calabresi che quindi dovrebbero schierarsi con il consueto 4-3-1-2 anche se non è da escludere un più coperto 3-5-2. Dubbio anche in attacco dove Sparacello insidia Sciamanna.

REGGINA (4-3-1-2): 22 Cucchietti; 2 Pasqualoni, 19 Di Filippo, 4 Gatti, 17 Porcino; 14 Marino, 29 Mezavilla, 10 De Francesco; 20 Bezziccheri; 21 Sciamanna, 7 Tulissi. A disp.: 1 Licastro, 12 Turrin, 3 Solerio, 6 Fortunato, 8 Garufi, 13 Auriletto, 18 Tazza, 23 Silenzi, 24 Amato, 25 Sparacello. All.: Maurizi
Squalificato: Di Livio (fino al 23/10)
Indisponibili: Bianchimano, Laezza

Alfonso Esposito
© Paganesemania - Riproduzione riservata

Commenti

NOVITA' TASCONE NELL'UNDICI ANTI-REGGINA. TRIDENTE D'ATTACCO CONFERMATO
TROFEO "SALVATORE FRANCAVILLA": GOMIS SI CONFERMA "MAN OF THE MATCH" ANCHE A COSENZA