LA PAGANESE VISTA DA... NOCERA

LA PAGANESE VISTA DA... NOCERA: MOLTO MALE, MIGLIORE IN CAMPO LA CURVA NORD!

Peppe Nocera
27.08.2017 16:08

Traumatico impatto sul campionato per la Paganese di Matrecano che viene sconfitta meritatamente da un Bisceglie più in palla, più tonico, che sapeva cosa fare con la palla tra i piedi e che anche fisicamente ha surclassato gli azzurri. Una brutta prestazione quella di Carcione e compagni con pochi elementi che si salvano in una gara insufficiente. Il solo Gomis, autore di alcuni interventi strepitosi salva-risultato soprattutto nel primo tempo, anche se da rivedere qualche uscita da brividi e rilanci da migliorare,Talamo che s'è battuto con caparbietà e Scarpa per qualche apprezzabile spunto vanno oltre la sufficienza. Abituati al calcio brillante e propositivo di Grassadonia, a distanza di pochi mesi si fa più di un passo indietro sul verde prato del Torre, dove non ci si crede allo spettacolo povero di contenuti e qualità a cui s'assiste. Onestamente però sarebbe irriverente ed ingiusto nei confronti del tecnico Matrecano fare paragoni con la precedente gestione dando al neo tecnico azzurrrostellato il giusto tempo di valutazione del lavoro che sta portando avanti.

Però al netto delle giustificazioni legittime, vedi condizione precaria di alcuni calciatori, alcune considerazioni vanno fatte. Ciò che ha lasciato perplesso il sottoscritto, e credo gran parte dei tifosi che hanno assistito alla gara, è stata dall'inizio alla fine l'assenza di un'idea di gioco. Ho visto una Paganese incapace di imbastire uno schema che portasse calciatori dinanzi al portiere avversario, se si esclude la conclusione fallita da Negro. E questo è grave dopo più di un mese e mezzo di lavoro tra ritiro, post-ritiro ed amichevoli. La Paganese vista all'opera sabato sera ha dato l'impressione di non saper cosa fare quando doveva gestire la palla, con Carcione, dal quale si attendeva molto di più, incapace di prendere la squadra in mano e dettare i tempi di gioco proprio in quei momenti di sbandamento. A dire il vero non sono stati dei momenti ma è stata una costante l'assenza d'idee e logica di fraseggio tra i reparti apparsi slegati. Si è assistiti a sporadiche ed isolate iniziative personali che sfociavano in inconcludenti azioni, se poi ci aggiungiamo ingenuità come quelle di Carini, da cui scaturisce la punizione del vantaggio del Bisceglie, e Della Corte doppiato in velocità da Partipilo in versione Messi c'è poco da aggiungere. Questa Paganese ha tante criticità da migliorare e a dire il vero qualche attenuante Matrecano la può addurre: a partire da una rosa costruita man mano, con calciatori arrivati alla spicciolata ed a ritiro in corso o qualcuno addirittura alla vigilia della gara come Carini. Tutto ciò però ripeto, secondo la mia impressione, non giustifica la pochezza dell'idea di gioco dopo un mese e mezzo di esercitazioni. E' una Paganese da lavori in corso con il mercato ancora aperto ma con le idee poche chiare frutto di molta confusione.

Matrecano vede il bicchiere mezzo pieno, come ha dichiarato nel dopo gara (beato lui), mentre Carcione non ha visto palle gol degli avversari: significa che abbiamo visto un'altra partita e questo mi preoccupa ancor di più della sconfitta e del non gioco. Se i diretti interessati non vedono il problema laddove il problema c'è allora bisogna preoccuparsi due volte. La società sicuramente farà le sue valutazioni dopo questa prima uscita poco rassicurante e saprà con la lungimiranza che la contraddistingue, soprattutto nella capacità decisionale del presidente Trapani, trovare le soluzioni giuste. La difesa è imbarazzante in alcuni elementi e all'apparenza è il reparto che urge di immediati ritocchi mentre a centrocampo bisogna recuperare energie ed idee, oltre a modificare qualche gerarchia. L'attacco è un work in progress, come del resto tutta la squadra, in attesa di Fabinho e del miglior Cesaretti, con le incognite Regolanti e Negro da valutare. Buon lavoro  dunque a Matrecano e allo staff che dovranno raddoppiare l'impegno svolto sino ad ora perchè se questo è l'inizio c'è molto da fare.

Prima di terminare quest'analisi su Paganese-Bisceglie voglio rivolgere un plauso di 90 minuti alla CURVA NORD: MIGLIORE IN CAMPO!  Dopo sette anni TUTTI UNITI hanno incitato gli azzurri ma non è bastato. Hanno cantato e urlato per 90 minuti sullo zero a zero, sullo zero a uno e sullo zero a due. SEMPLICEMENTE STUPENDI!

Peppe Nocera
© Paganesemania - Riproduzione riservata

Commenti

IL PAGELLONE DI PAGANESE-BISCEGLIE
LA PARTITA DEL TIFOSO: SE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO...