PROFILI

PROFILI - CAROTENUTO, DERBY DA EX: "SE GIOCHIAMO COME IN COPPA, POSSIAMO IMPENSIERIRLI"

Redazione
14.11.2018 18:11

E’ un ex Cavese il protagonista di Profili: si tratta del terzino destro Giulio Carotenuto che l’anno scorso ha vestito la maglia degli aquilotti per ben 31 volte segnando anche una rete. La speranza, per i tifosi azzurrostellati, è che il giovane esterno cresciuto nelle giovanili della Paganese riesca a timbrare il cartellino per la prima volta, magari proprio dando un dispiacere ad i suoi ex compagni di squadra. L’avvio non è stato promettente ma la ricetta per la svolta è servita proprio da Carotenuto: “Dobbiamo lavorare di più, poi è vero che ci si è messa la sfortuna, gli episodi ma noi per primi dobbiamo avere più cattiveria agonistica ed orgoglio. Solo lottando su ogni pallone riusciremo a svoltare questo periodo storto”

Giulio, è una Paganese che non sembra in grado di uscire da questo vortice negativo, il derby può essere l’occasione del riscatto? 
“E’ una partita importante, sono convinto possiamo fare punti nelle tre gare che verranno. Non dobbiamo pensare alla rivalità, deve essere una gara come tutte le altre e non lasciarci condizionare dai fattori esterni. Se giocheremo come fatto in Coppa Italia possiamo impensierirli”. 

Da ex Cavese puoi dare una mano al mister ed ai compagni per individuare i punti deboli della formazione di Modica. Quante chance reali ha la Paganese di riuscire a conseguire la tanto agognata vittoria? 
“Loro sono una formazione forte, soprattutto nella fase offensiva. Il loro attaccante, Sciamanna, è l’uomo in più che gli ha permesso di fare molti punti. E’ di sicuro il calciatore a cui dovremmo dare un occhio di maggior riguardo senza dimenticare i vari Favasuli e De Rosa che hanno capacità tecniche da non sottovalutare. Posso dirti che sono una squadra molto veloce che fa del cambio rapido del fronte la sua arma migliore. In difesa però lasciano qualcosa, ed è lì che dovremmo essere bravi a colpirli”.  

Sei all’esordio tra i professionisti, cosa è cambiato dalla Serie D alla C e che prospettive vedi per la tua carriera? 
“Il livello si è alzato molto. La serie C è tutta un’altra storia ma grazie all’aiuto dei giocatori più esperti, noi giovani possiamo solo migliorare. Il mio obiettivo è quello di consolidare la mia presenza in terza serie e poi con il tempo riuscire ad alzare l’asticella in una squadra ambiziosa”. 

L’ultima battuta è sulla tua squadra del cuore e se c’è un calciatore a cui ti ispiri. 
“Sono romanista convinto ed ho anche avuto il piacere negli ultimi anni di vedere vincere la Magica al San Paolo. Il mio idolo assoluto è Kolarov, anche se è dura ispirarsi ad uno come lui perché è davvero fortissimo”.

Giorgio Francavilla
© Paganesemania - Riproduzione riservata

 

Commenti

UFFICIALE IL RITORNO DI DE SANZO, DOMANI LA PRESENTAZIONE
VIDEO | DE SANZO SUONA LA CARICA: "RICOMPATTIAMO L'AMBIENTE E PROVIAMOCI"