CASA PAGANESE | LE ULTIME

SCARPA E DETERMINAZIONE: LA RICETTA CON CUI LA PAGANESE SUPERA IL MATERA

Redazione
11.02.2018 17:02

Viaggia col vento in poppa la Paganese, che ottiene la seconda vittoria consecutiva in casa, facendo salire a 7 i punti conquistati nelle ultime tre gare. Ancora una volta c'è la grande determinazione a caratterizzare la prova degli azzurrostellati, contro un Matera che conferma il trend negativo in campionato (non ha ancora vinto nel 2018). Decide una rete di Scarpa ad inizio ripresa, con la squadra di Favo che nel finale di gara si difende con le unghie e con i denti, rischiando negli ultimi minuti con la traversa colpita da Sartore

Ritmi alti e nervi tesi nel primo tempo, ma anche diversi errori in fase di impostazione da una parte e dall'altra. Nella prima metà poche emozioni, la prima è della Paganese con un destro di Cesaretti respinto da Golubovic. La palla-gol più importante però ce l'ha il Matera con Casoli, che sul secondo palo fallisce l'1-0 da zero metri su cross di Tiscione. Il numero 25 azzurrostellato è l'uomo più pericoloso fra i suoi, ma i tentativi dalla distanza non creano problemi all'estremo difensore lucano. Gli attaccanti del Matera sono mobili e non danno punti di riferimento, gli azzurrostellati soffrono gli spunti di Tiscione e Strambelli in particolare. L'undici di Auteri (in tribuna per squalifica) chiude in attacco il primo tempo, con una doppia occasione al 42'. Prima Galli chiude Tiscione sul primo palo, poi deve deviare in angolo la botta di Maimone dalla distanza. Nel finale protagonista ancora il portiere azzurrostellato, sempre in uscita su Tiscione dopo una dormita della retroguardia. 

La Paganese riesce a capitalizzare al massimo lo sforzo prodotto nel primo quarto d'ora del secondo tempo, quello in cui il Matera ha sofferto di più. A mettere in discesa la gara è il gol di Scarpa, a due passi dalla porta dopo aver ricevuto da Cesaretti (lucani inferociti per un presunto fallo dell'attaccante toscano). Poco dopo è il neo-entrato Ngamba, con un'azione personale, a sfiorare il raddoppio, che è stato mancato anche da Cesaretti al 19'. Poi è iniziato il forcing della squadra di Auteri, nel frattempo passato al 4-2-3-1, con Sartore e Dugandzic. Il croato si presenta con un sinistro a giro che lambisce il palo (26'), poi è Tiscione a scatenarsi sull'out sinistro: l'ex Fondi sprigiona la propria fantasia ma la Paganese tiene bene. Anche quando s'inventa un cross al bacio per la testa di Sartore c'è la traversa a negare il pareggio al Matera. Gli azzurrostellati tengono fino al 97' e brindano ai tre punti che permettono di agganciare in classifica Casertana e Racing Fondi

MARCATORI: st 12' Scarpa 
PAGANESE (3-5-2): Galli; Meroni, Piana, Acampora; Pavan (11' st Ngamba), Tascone (11' st Bensaja), Baccolo, Scarpa, Della Corte; Cesaretti (41' st Nacci), Cernigoi (36' st Boggian). A disp.: Marone, Carini, Maiorano, Bernardini, Marigliano, Dinielli, Grillo, Cuppone. All.: Favo
MATERA (3-4-3): Golubovic; Gigli, De Franco, Scognamillo (23' st Sartore); Angelo (48' st Battista), De Falco, Maimone (41' st Di Livio), Sernicola (23' st Dugandzic); Strambelli, Casoli, Tiscione. A disp.: Mittica, Tonti, Buschiazzo, Giovinco, Di Sabatino, Taccogna. All.: Cassia
ARBITRO: Ayroldi di Molfetta (Mittica - Gregorio) 
NOTE: spettatori: 500 circa. Ammoniti: Acampora, Gigli, Cesaretti, Tiscione, Maimone, Galli. Angoli: 0-6 Recupero: pt 2', st 7'.

Danilo Sorrentino
© Paganesemania - Riproduzione riservata

VOTA IL MIGLIORE DI PAGANESE-MATERA

Commenti

MATERA CHIAMATO ALLA PROVA DEL "TORRE"
VIDEO | FAVO RAGGIANTE DOPO IL MATERA: "SIAMO MENO BELLI, MA CONTANO I RISULTATI ADESSO"