Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Mercoledì 14 Giugno 2017 - Non ci sono ancora commenti

Passato, presente e futuro della Paganese si fonderanno nella mattinata di venerdì. Calerà definitivamente il sipario, dopo quattro anni non consecutivi, sull'era Grassadonia e ci sarà il primo ciak dell'avventura di Salvatore Matrecano sulla panchina azzurrostellata. Oggi Gianluca Grassadonia è diventato ufficialmente il nuovo allenatore della Pro Vercelli. Un'esperienza nuova per il tecnico salernitano che approda così in Serie B, portando con sè il suo fidato vice Luca Fusco e il preparatore atletico Sergio Giovani. Uno strano scherzo del destino ha voluto che Grassadonia fosse presentato alla piazza piemontese quasi contemporaneamente alla presentazione del suo successore sulla panchina della Paganese
Alle 10.15 la prima uscita ufficiale di Grassadonia come allenatore della Pro Vercelli; a distanza di circa un'ora - 11.30 presso la sede sociale del club in via Filettine - la presentazione di Salvatore Matrecano quale nuovo tecnico degli azzurrostellati. Passato e presente (ma anche futuro visto il contratto triennale del trainer partenopeo) che si fondono in una mattinata che sarà dalle grandi emozioni per loro due, ma anche dalla grande curiosità per le rispettive piazze. Entrambi, infatti, raccolgono due eredità pesanti. Grassadonia rileva Moreno Longo, passato al Frosinone che pure aveva fatto un pensierino all'allenatore salernitano, il quale ha sorpreso tutti portando la Pro alla salvezza diretta, alla sua prima esperienza su una panchina dei "grandi". Non è la prima volta che i destini di Longo e Grassadonia si incrociano. Nel gennaio 2003, infatti, furono protagonisti di uno scambio fra il Cagliari e il Chievo, con il primo che passò ai sardi ed il secondo che andò ai clivensi. In mezzo campionato con le nuove maglie racimolarono solo due presenze a testa, per due esperienze tutt'altro che indimenticabili. Ovviamente entrambi si augurano che stavolta non sia così. 
La stessa curiosità con la quale Vercelli aspetta Grassadonia la prova l'ambiente paganese nei confronti di Matrecano. Per il 46enne ex difensore di Parma e Foggia è una promozione guadagnata sul campo, dopo il gran lavoro svolto con la Berretti azzurrostellata, portata per la prima volta alla fase finale. Trapani ha individuato in Matrecano, che non allena tra i professionisti da sei anni e mezzo, l'uomo giusto per far partire il progetto triennale che il club azzurrostellato ha in mente. Facendo dimenticare in fretta Grassadonia che pure era arrivato tra lo scetticismo generale, soprattutto due anni fa, e poi ha spiccato il volo. Che sia il continuo di corsi e ricorsi storici?

Danilo Sorrentino
© Paganesemania - Riproduzione riservata