Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Giovedì 20 Aprile 2017 - Redazione - Non ci sono ancora commenti

Con la gara Taranto-Paganese che è stata recuperata, mancano tre giornate al termine del campionato per tutte e 20 le compagini del girone C di Lega Pro. In questo momento, quindi, è già possibile pensare a quelli che sono gli scenari di classifica, a 270' dal termine della stagione regolare. Diversi sono già i verdetti che il campionato ha emanato. In attesa dell'aritmetica promozione in Serie B del Foggia, a cui manca un solo punto, il Lecce si può accontentare del secondo posto matematico. I salentini, infatti, hanno undici punti di vantaggio sul Matera che quindi non potrà più raggiungere la piazza d'onore. Nulla di preoccupante per i lucani: anche loro, così come il Lecce, non parteciperanno al primo turno dei playoff ma accederanno direttamente al secondo turno. Il Matera, infatti, è finalista di Coppa Italia e, seppur dovesse perdere la finale di ritorno contro il Venezia (all'andata si imposero 1-0 i ragazzi di Auteri), sarebbe comunque al secondo turno in quanto i lagunari hanno già festeggiato l'approdo in B sabato scorso.
Per questo motivo, ora è ufficiale l'allargamento dei playoff, solo per il girone C, sino all'undicesimo posto. Così, Juve Stabia e Siracusa sono già certe di partecipare alla post season, mentre manca un solo punto a Cosenza e Virtus Francavilla per assicurarsi la certezza matematica di disputare i playoff. Per quanto riguarda la Paganese, attualmente ottava, l'obiettivo è quello di acciuffare la settima posizione per disputare il primo turno in casa. La sicurezza aritmetica la squadra azzurrostellata non ce l'ha ancora, ma dovrebbe bastare una vittoria anche in virtù dello scontro diretto che ci sarà all'ultima giornata fra Casertana e Catania. In lizza per gli altri posti ci sono proprio queste due formazioni, più Unicusano Fondi e Fidelis Andria. Per la posizione, rilevante ai fini della definizione della griglia, saranno ovviamente decisive le ultime tre giornate e occhio alla classifica avulsa, in caso di arrivo a pari punti. La Paganese è in svantaggio negli scontri diretti con Casertana (0-1 all'andata e 2-0 al ritorno) e Fidelis Andria (2-0 all'andata e 1-1 al ritorno), mentre è parità con Catania (2-1 al Massimino e 2-1 al Torre) e Unicusano Fondi (3-1 al Purificato e 2-0 a Pagani, non valgono doppio i gol in trasferta): sarà fondamentale la differenza reti, con la squadra di Grassadonia al momento in vantaggio su tutte (+9). 
Niente è ancora scritto in coda. Dal Messina in giù (teoricamente anche il Catania non è aritmeticamente salvo) sono tutte impelagate nella lotta per non retrocedere e solo tre squadre eviteranno i playout. Spareggi che con tutta probabilità non potrà comunque evitare il Taranto, a -8 dalla salvezza diretta. 

Danilo Sorrentino
© Paganesemania - Riproduzione riservata