CASA PAGANESE | LE ULTIME

"CERTI AMORI NON FINISCONO..." - CE'S BACK

Dopo un anno e mezzo, Cristian Cesaretti ritorna a Pagani, mentre è sfumata definitivamente la pista Albadoro

Redazione
01.10.2020 10:10

"Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano". Così Venditti in una delle sue più celebri canzoni, e questo ritornello cantato tante volte rappresenta al meglio quello che è il rapporto tra Cristian Cesaretti e la Paganese. Quando all’ex Gubbio quest’estate è stato comunicato di non rientrare nei piani della Cavese di Modica, più e più volte il suo nome è stato accostato alla squadra di Erra, alla ricerca di un attaccante, in modo da incastrare tutti i pezzi di questo "semplice" puzzle. Dopo vari tira e molla, ormai l’epilogo non sembrava lieto. Fin quando un pomeriggio di inizio autunno - ieri - la dirigenza della società liguorina abbandona definitivamente la pista Albadoro e decide di affondare il colpo per il 37 degli aquilotti, che nel frattempo è rimasto fuori rosa. Tutto si è risolto come un po' tutti si auguravano: la Paganese ha acquistato Cesaretti ed ha trovato quell’attaccante che tanto desiderava; il 33enne ritorna nella realtà dove ha fatto meglio durante la propria carriera; i tifosi sanno che insieme a Diop e Guadagni c’è un’altra certezza nel reparto offensivo. Per tutto il pomeriggio, dopo aver trovato l'accordo con gli azzurrostellati (e poco prima lo stesso avevano fatto Cavese e Paganese), l'attaccante toscano ha trattato con gli aquilotti il modo col quale concludere l'avventura con un anno di anticipo. Poi è diventato a tutti gli effetti della Paganese nella mattinata di oggi, anticipando anche i comunicati dei club con questa foto postata sul proprio profilo Instagram, con tanto di cuore azzurro e stella. 

L’ex numero 25 azzurrostellato (numero rimasto libero nell’assegnazione, chissà perché…), come già accennato, a Pagani ha vissuto i due anni migliori a livello realizzativo nella sua carriera. Nella stagione 2017/2018 ha addirittura superato la doppia cifra, realizzando 11 reti e trascinando la Paganese alla salvezza ai playout contro il Fondi, timbrando il tabellino sia all’andata che al ritorno della sfida coi pontini. L’anno successivo, a causa di qualche acciacco fisico in più, non è riuscito ad eguagliare la doppia cifra della precedente stagione, accontentandosi di 8 gol, tra cui una doppietta nello spareggio salvezza perso contro il Bisceglie. Sono stati importanti gli ultimi mesi di quella stagione perché ha avuto modo di conoscere l’allenatore che oggi si ritrova in squadra: Alessandro Erra. I due hanno avuto solo un paio di mesi per confrontarsi in quel campionato, ma dopo un anno e mezzo lontano da Pagani per Cristian Cesaretti è arrivato il momento di risolvere quel conto in sospeso lasciato appeso con la sconfitta ai playout contro il Bisceglie. E i giochi potrebbero non essere finiti qui, perchè è scattato l'assalto a Mendicino.

Gerardo De Prisco
© Paganesemania – Riproduzione riservata

Commenti

LA PAGANESE RITROVA CESARETTI. MA IL MERCATO DELLE PUNTE POTREBBE NON FINIRE...
PAGANESE SCATENATA, UFFICIALE ANCHE L'INGAGGIO DI MENDICINO