PAGANESEVIRUS...STORIE EPIDEMICHE

PAGANESEVIRUS...STORIE EPIDEMICHE: NATALE BERTOLONI, IL CAPITANO DI MARMO

Oggi conosciamo meglio un attaccante della Paganese degli anni Cinquanta: Natale Bertoloni

Peppe Nocera
16.03.2020 16:03

E' stato un calciatore statuario - non solo perchè è nato a Carrara, la città dei marmi - ma anche per il fisico, come si evince da questa foto (in cui indossa la fascia da capitano) della Paganese 1955-56. Natale Bertoloni avrebbe compiuto 100 anni, essendo nato nel 1920, e giunse a Pagani nel 1951. Attaccante di razza, militò dopo gli inizi nel Montecatini Marmi, anche nelle fila dell'Avellino, dell'Angri e della Puteolana. Ma torniamo alla Paganese: inizia il nuovo decennio e gli azzurri del presidente Alfonso Tortora iniziano il campionato di Promozione, partendo dal sesto posto della stagione precedente, con la volontà di migliorarlo. Non sarà così, quella Paganese chiuderà ottava prima con alla guida il tecnico ungherese Imer Payer, poi sostituito in corsa d'opera dal difesnore Antonio Punzi, che poi assunse il ruolo di tecnico come da prassi in quegli anni. Il campionato fu vinto dalla Cavese con 55 punti, sei in più della Nocerina, mentre gli azzurri ne conquistarono 38 in 34 partite.

Fu una squadra senza mezze misure: 17 vittorie, 4 pareggi (solo il Giugliano pareggiò di meno con 3) e 13 sconfitte, mise a segno 55 reti e ne subì 36. Era la Paganese di Vitiello tra i pali, dei difensori Manfro e Punzi, dei centrocampiosti Marrese e Menconi e del trio d'attacco Savastano, Bisogno e Bertoloni. Il primo realizzò 11 reti, il secondo 15 e poi c'era il capitano dei bomber: Natale Bertoloni che chiuse la stagione con 31 presenze e 22 reti.
La stagione inizia....anzi non inizia per la Paganese, il 14 ottobre del 1951, in quanto giunta a Torre Annunziata la Torrese dà forfait con conseguente partita vinta a tavolino dagli azzurri che faranno il loro esordio al Del Forno contro la Libertas Avellino sette giorni dopo pareggiando 1-1 e Bertoloni non segna. Calma. Il primo gol arriva nella seconda trasferta stagionale in Calabria, a Paola, contro la Paolana, realizza il gol del momentaneo pareggio, al 28' prima del sorpasso ad otto minuti dalla fine e del tris a due dal termine. Ma il bomber di marmo sarà il protagonista nel derby con la Pompeiana, alla quarta giornata, quando con una doppietta, in 27 minuti, fa fuori l'undici napoletano regalando la prima vittoria sul campo agli azzurri.

Delle 22 segnature da segnalare quella del vantaggio in Paganese-Giugliano il 25 novembre del 1951, che risultò vano. Infatti il protagonista non fu Bertoloni, ma l'arbitro Perulli di Foggia che, dopo una serie di sviste come raccontano le cronache dell'epoca, non decretò un rigore alla Paganese per assegnarne uno dubbio al Giugliano che nel frattempo passò in vantaggio 1-2 sino al minuto 78° quando non assegnò un altro evidente rigore su Bisogno. Morale della giornata invasione di campo e partita persa a tavolino con due giornate di squalifica. Ma Bertoloni non si ferma: doppietta alla Puteolana sul neutro di Caserta, doppietta nel vittorioso derby con l'Angri, 3-2, gol vittoria del 2-3 nella vittoria di Nicastro e con la Torrese. Poi si scatena: dal 2 marzo al 22 maggio 1952 realizza nove reti in dieci partite. Chiude la stagione con una tripletta, alla penultima giornata di quell'incredibile campionato, nell'otto a zero rifilato alla Vigor Nicastro. Natale Bertoloni ritorna a Pagani nelle veste di allenatore-calciatore dall'Avellino, a 35 anni sul finale di carriera, nella stagione 1955-'56, a cui si riferisce la foto.

Con il trascorrere degli anni, Bertoloni arretra il raggio d'azione, modificando la posizione in centrocampista. La Paganese chiude al terzo posto, con 41 punti, quel campionato di Promozione vinto dall'Ercolanese, con 49, davanti al Cicciano con 45. Bertoloni disputa 30 gare e realizza solo 5 reti, l'ultima nel 2-2, alla penultima giornata al Del Forno, contro la Mariglianese. A Nola non giocò l'ultima in campionato, la gara contro i bianconeri terminata 2-2, nei marcatori paganesi figura ancora Ciro Iannece, al suo 23° gol, erede di Bertoloni, ma questa è un'altra storia! Bertoloni figura invece anche nella rosa della Paganese 1957-'58, disputò una sola gara, il 13 ottobre 1957, in casa contro la Turris. Fu l'ultima apparizione in azzurro, dopo 62 presenze e 27 reti.    

Peppe Nocera
© Paganesemania - Riproduzione riservata

E se anche tu hai una storia da raccontare, legata ai colori azzurrostellati, ad una partita o ad un giocatore in particolare, inviala a redazione@paganesemania.it. Una storia al giorno, toglie il virus di torno!

Commenti

PAGANESEVIRUS: STORIE EPIDEMICHE... PER COMBATTERE LA QUARANTENA
#ONTHISDAY | 17 marzo 2013: LA PAGANESE ESPUGNA CARRARA (2-1) | VIDEO