POKER E SHOW PAGANESE. SEGNA TUTTO L'ATTACCO, GIOIA ANCHE PER PARLATI

19.04.2017 16:04

Veder giocare questa squadra è uno spettacolo. Occasioni da gol a grappoli, un'altra goleada ed una solidità difensiva da far venire i brividi anche alle squadre di vertice. I playoff sono sempre più vicini per la Paganese, che fa la voce grossa a Taranto imponendo addirittura uno 0-4 senza appello. A segno subito Firenze con un gran gol, poi Cicerelli su rigore nel finale di tempo (con annessa espulsione del terzino ionico Di Nicola), nella ripresa hanno arrotondato il risultato i subentrati Reginaldo e Parlati. Nonostante tanti cambi nell'undici iniziale, la differenza non si è vista rispetto alle altre partite, a dimostrazione di un gruppo che segue il proprio allenatore, ancora una volta artefice di un altro capolavoro. 

Grassadonia, nel rispetto di quanto affermato alla vigilia di questo tour de force, opta per un massiccio turnover, lasciando in panchina Carillo, Bollino e Picone, rispolverando Longo e Zerbo dall'inizio. Della Corte recupera e parte dal 1', mentre Reginaldo si accomoda in panchina: il peso dell'attacco ricade sulle spalle di Marco Firenze. E' proprio l'attaccante ligure a portare avanti la Paganese, con un destro dal limite che beffa Contini. Poco prima, però, era stato il Taranto a sfiorare il vantaggio, con una conclusione di Paolucci dal cuore dell'area di rigore. La rete è una mazzata letale per gli ionici, già fortemente contestati dai propri tifosi, e così la Paganese può giocare sul velluto, avendo in mano il pallino del gioco. Gli azzurrostellati potrebbero anche chiuderla al 26', con lo stacco imperioso di Cicerelli che sbatte sulla traversa, a Contini battuto. Dalla parte opposta Emmausso si divora il pari, mandando alto di testa da buona posizione; l'undici di Grassadonia può così blindare la gara nel finale. Di Nicola atterra in area Zerbo, lanciato da Mauri: per l'arbitro è rigore e rosso, con Cicerelli che dal dischetto spiazza l'estremo difensore del Taranto e timbra il 2-0. 

Nella ripresa la Paganese prova ad amministrare e ha il demerito di non chiuderla subito. E' anche sfortunata la squadra azzurrostellata, che colpisce il secondo legno di giornata con il gran colpo di tacco di Firenze su assist di Zerbo (12'). Poco dopo l'attaccante siciliano lascia il posto a Reginaldo e Grassadonia passa al 4-2-3-1 con Mauri a supporto del brasiliano, Cicerelli e Firenze sugli esterni. E' proprio il numero 10 l'uomo più pericoloso della Paganese ma per due volte spreca il raddoppio. Il Taranto ha un solo sussulto, ma Liverani in una doppia occasione abbassa la saracinesca su Balzano. Gli azzurrostellati la blindano definitivamente proprio con Reginaldo che, su assist da terra di Cicerelli, protegge bene palla, manda a vuoto Magri e fulmina Contini. Nel finale c'è gioia anche per Parlati, sull'ennesimo assist di Cicerelli: a tu per tu con il portiere, il classe '97 è glaciale e firma il poker. Il secondo 0-4 in trasferta in stagione dopo quello di Melfi. E' Paganese show. E' ora che anche tutta la città se ne accorga. 

MARCATORI: pt 9' Firenze, 45' rig. Cicerelli; st 33' Reginaldo, 43' Parlati
TARANTO (4-3-3): Contini; De Giorgi (32' pt Balzano), Pambianchi, Magri, Di Nicola; Nigro, Guadalupi, Paolucci; Potenza, Cobelli (5' st S. Maiorano), Emmausso (18' st Magnaghi). A disp.: De Toni, Sampietro, Boccadamo, Russo, Lo Sicco, Benedetti, Viola, Pirrone, Cecconello. All.: Ciullo
PAGANESE (4-3-3): Liverani; Longo, De Santis, Alcibiade, Della Corte (19' st Picone); Tascone (29' st Parlati), Tagliavacche, Mauri; Zerbo (13' st Reginaldo), Firenze, Cicerelli. A disp.: Marruocco, Gomis, Carillo, Mansi, Bollino, Caruso, Carrotta, Gorzelewski, G. Maiorano. All.: Grassadonia
ARBITRO: Andreini di Forlì (Cucumo-Massara)
NOTE: spettatori 1300 circa. Espulso al 44' pt Di Nicola per chiara occasione da rete. Ammoniti: Nigro, Alcibiade. Angoli 5-5. Recupero pt 4', st 2'

Danilo Sorrentino
© Paganesemania - Riproduzione riservata

 

VOTA IL MIGLIORE DI TARANTO-PAGANESE

 

Commenti

A SIRACUSA FISCHIA MELELEO: HA UN PRECEDENTE FORTUNATO CON LA PAGANESE
GRASSADONIA ESALTA IL GRUPPO: "E' LA VITTORIA DELLA SQUADRA, ORA NIENTE CALCOLI"