L'ATTESA VISTA DA NOCERA

L'ATTESA VISTA DA NOCERA: VENDETTA SICULA!

Peppe Nocera
02.11.2018 10:11

Sarebbe ora di vincere, che dite cari azzurrostellati ? E' quello che penso in questa attesa di campionato che vede la Paganese ritornare nell'incubo del Marcello Torre. Lo stadio tanto caro a noi tutti non vede esultare i propri tifosi, dalla gara play-out con il Fondi che sancì la permanenza in serie C. In questi ultimi anni tante formazioni lo hanno saccheggiato facendolo diventare una facile terra di conquista. Credo che sia giunto il momento di fermare questa emorragia casalinga, anche perchè nonostante le varie penalizzazioni altrui, vedi Matera su tutte, è giunto il momento che s'inizi a vincere e fare punti anzichè sperare che li sottraggono agli altri. Sino alla sosta di gennaio, quando forse la proprietà si deciderà di rinforzare le fondamenta di questa squadra, ci sono due mesi intensi in cui la squadra dovrebbe cercare di risalire la china. Due mesi in cui ci sarà un calendario più vicino al livello medio della Paganese oltre ad un'infermeria che spero si svuoti, mentre si attendono sempre nuovi bollettini medici sull'ormai fantasma Musacci, sul quale la società è bene rifletta, a questo punto, visto il perdurare dell'infortunio.

Partendo da novembre la Paganese è attesa, oltre che della proibitiva trasferta di Caserta, da formazioni che deve necessariamente tenatre da mettere sotto come Cavese e Reggina, partendo però già dalla Sicula Leonzio. Il recupero auspicabile di Piana, Fornito e, soprattutto, di Cesaretti, unita alla vena realizzativa di Parigi e le illuminazioni dei capitan Scarpa, dovrebbero far diminuire il gap da questi avversari che sulla carta non sono irresistibili ma comunque superiori a noi come decreta la classifica attuale. Ma il nodo centrale resta comunque sempre lo stesso: subire meno gol. E' imprescindibile cercare di recuperare in classifica se non si riuscirà ad arginare gli attacchi avversari e come sempre, quando si beccano tanti gol, oltre alle sbavature dei singoli, c'è anche il minor contributo che arriva dai centrocampisti, primi a dover cercare di limitare i danni. La crescita di Diop, l'esperienza di Piana, una maggiore attenzione di Tazza, bravo a segnare ma forse deve migliorare a contenere, e di Della Corte sono i miglioramenti che ci si attende di vedere in questo nuovo scorcio di campionato. Intanto si cominci a brindare alla prima vittoria casalinga. Arriva la Sicula Leonzio e c'è da vendicare una bruciante sconfitta maturata proprio sul finale dello scorso campionato (1-2). Era la sfida chiave per cercare di eviatre i play-out che l'unduci di De Sanzo fallì miseramente crollando in campo sia psicologicamente che tecnicamente. Loro giocavano per un posto play-off, noi per evitare la restrocessione ma la differenza vitale, in casa nostra, non si notò affatto. Ora la fiducia scaturita dal punto conquistato a Bisceglie e l'aiutino giunto in settimana dalle penalizzazioni debbono essere il propellente per far volare in campo i baldi giovani azzurri. Basta far festeggiare gli altri... è tempo di rimettere in campo la legge del Torre!   

Commenti

PAGANESEMANIA IN TV: STASERA ORE 20.30 SU TV OGGI CH 71
PAGANESE : ONORATE E RICONQUISTATE IL MARCELLO TORRE !